MontesacroToday

Coltelli e sangue: notte di delirio a Città Giardino. I residenti: "Costretti a girare armati"

Violenta rissa tra alcuni degli occupanti della baraccopoli di via Monte Nevoso: "Abbiamo sentito le urla, poi un uomo insanguinato è uscito dal buio dei rovi". Il quartiere chiede sgombero e ripristino di legalità e sicurezza

Violenta rissa a Città Giardino. Protagonisti della notte di follia nel cuore di Montesacro alcuni degli occupanti della baraccopoli di via Monte Nevoso: l'insediamento abusivo da anni segnalato dai residenti della zona che non hanno mai smesso di esprimere preoccupazione sul fronte della sicurezza e del decoro. 

Rissa a Città Giardino: paura in via Monte Nevoso

E ieri sera a Città Giardino i timori sono divenuti amara realtà. Al calar del buio urla e strilli. "Dalla vegetazione abbiamo visto spuntare un uomo a piedi nudi tutto insanguinato inseguito da un altro" - raccontano i residenti di via Monte Nevoso a RomaToday. Immediate le telefonate alle forze dell'ordine con Carabinieri e ambulanza a precipitarsi nella strada di Montesacro. "I due hanno proseguito nella colluttazione anche davanti alle forze dell'ordine, poi il 118 ha caricato e portato via il ferito" - riferiscono gli abitanti. 

Poca voglia di parlare, se non in anonimato. "La cosa che più ci ha sconvolti è vedere il secondo uomo aggirarsi per via Monte Nevoso, una volta sparite le pattuglie, armato di coltello. Abbiamo avuto paura". 

A Città Giardino risse e bivacchi: l'esasperazione dei residenti

Non un caso isolato quello della notte di delirio a Città Giardino. Solo qualche settimana fa una rissa in pieno giorno aveva scosso il parco Sicinio Belluto. "Quella, rispetto a quanto ogni sera viviamo a via Monte Nevoso, è stata un'inezia" - raccontano sconsolati i residenti che denunciano urla, strilli e botte quotidiane. 

"Sotto le nostre case c'è una situazione davvero esplosiva. Viviamo un incubo e anche la nostra tolleranza è arrivata al limite. La misura è colma" - sbotta uno di loro. "Più volte siamo stati minacciati tant'è che qualcuno per portare a passeggio il cane ha deciso di armarsi di bastone".

La Riserva Naturale ostaggio degli "sbandati"

A Città Giardino paura ed esasperazione, dito puntato contro impunità e immobilismo. Un intervento deciso contro illegalità e violenza quanto si aspetta il quartiere: "Sono necessari interventi che chiediamo da mesi ma che non arrivano mai. Fa male dover vivere nell'apprensione e vedere una porzione di Riserva Naturale , dove nessuno può farci nulla, ostaggio di qualcuno al quale invece è consentito fare di tutto". 

La richiesta del Comitato di Quartiere Città Giardino

Una situazione annosa quella di via Monte Nevoso, vera e propria "zona franca" nel cuore di Città Giardino. Nel tempo le denunce degli abitanti sono servite a poco o nulla. "In passato gli sgomberi hanno tamponato la situazione mentre adesso, in assenza di adeguati provvedimenti, registriamo un aumento esponenziale delle problematiche. Insicurezza, ubriachezza molesta, roghi 'tossici' e bombole che abbiamo visto esplodere" - il quadro fatto da Simona Sortino, presidente del Comitato di Quartiere Città Giardino. 

"In via Monte Nevoso c'è una situazione di degrado e pericolosità. La cittadinanza è preoccupata. Tra rovi e baracche non è un modo dignitoso di vivere: li ci sono persone che vanno aiutate e casi da attenzionare. Speriamo che il Municipio III, già informato con video e foto, intervenga facendosi carico della situazione". 

"Via baraccopoli e illegalità"

Via dunque la baraccopoli e con essa focolai di illegalità e violenza. "Tolti gli insediamenti - osserva il Comitato di Quartiere - quell'area, con il benestare del proprietario che è privato, potrebbe essere vissuta dalla cittadinanza attraverso attività in linea con lo status di Riserva Naturale"

Ripristino della legalità, della sicurezze e riappropriazione degli spazi dunque quanto auspicato dal quartiere: dai residenti che non ci stanno a convivere con una "vera e propria polveriera pronta da un momento all'altro ad esplodere". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento