MontesacroToday

Natale tossico a Montesacro, bottiglie per il crack e siringhe: “Qui ogni giorno è buono per morire”

Il dramma sociale si consuma sotto le finestre dei residenti: lasciti "tossici" rinvenuti nel parco Bolivar e tra le auto parcheggiate

foto Facebook: CdQ Città Giardino

Montesacro fa i conti con la tossicodipendenza. C’è tanta tristezza e poco stupore nel cuore di Città Gardino dopo l’ennesimo ritrovamento di siringhe in uno degli angoli del quartiere. 

Montesacro tossico: siringhe e bottiglie di crack

Si perché ormai intorno al Ponte Nomentano non è più una novità l’imbattersi in scenari di spaccio, consumo di droga ed eccessi anche alla luce del sole. 

Dopo le segnalazioni di mattinate e pomeriggi tossici nel parco Simon Bolivar, dove accanto all’area cani i fruitori del giardino hanno rinvenuto “pippotti” per tirare cocaina e bottiglie per l’assunzione di crack, alcuni residenti hanno segnalato la presenza di un vero e proprio tappeto di siringhe usate in via Cilento.

Nella piccola stradina, fra le auto posteggiate in cima alle scalette, in terra sono state abbandonate alcune siringhe: intorno fazzoletti macchiati di sangue e cartacce. 

Vigilia tossica a Montesacro: “Ogni giorno è buono per morire”

“Oggi, vigilia di Natale. Perché, per chi è arrivato a bucarsi, non esiste più altro, ogni giorno è buono per..morire” – commentano dal Comitato di Quartiere Città Giardino. 

Un gruppo di cittadini che da tempo si batte affinchè le istituzioni affrontino la tematica, un vero e proprio dramma sociale. 

Negli anni scorsi a Montesacro, dove in via Nomentana c’è il Sert, era stato trasformato in luogo di consumo di droga e buchi persino l’ingresso della scuola Don Bosco di piazza Monte Baldo: solo la determinazione degli abitanti del quartiere e dei genitori dei bambini del plesso ha permesso di ristabilire decoro e sicurezza e di restituire quello spazio al passaggio e alle risate dei piccoli. Via sangue, siringhe e urina dal pavimento. 

Tossici per strada e nei parchi: il dramma di Montesacro

Ma la piaga sociale della droga li non è stata estirpata. I tossici si ritrovano per strada e nei parchi. “Al Bolivar – commentano i cittadini – siamo arrivati al limite: troviamo siringhe, bottiglie rotte, mozziconi di sigaretta e ben altro sia nell'area cani che, peggio ancora, nell'area bimbi, dove è stata rinvenuta cocaina più di una volta. Non se ne può più. Cosa bisogna fare per essere tutelati?”

Siringhe trovate anche tra via Cimone e via Monte Acero, proprio ai margini della pineta. 

Montesacro, così come Conca d’Oro dove all’ombra della stazione ci si buca pure in pieno giorno e flusso di pendolari, si interroga. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Cos altro deve accadere?” – la domanda del Comitato di Quartiere Città Giardino che ricorda anche risse, aggressioni e urla nel cuore della notte. “I cittadini – dicono - hanno paura e si sentono in ostaggio in casa loro”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Coronavirus, a Roma 12 nuovi casi: sono 38 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 agosto

  • Fuggire da Roma nel weekend: 5 proposte per una gita fuori porta

  • Coronavirus, a Roma 12 nuovi casi: sono venti in totale nel Lazio. I dati Asl del 7 agosto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento