MontesacroToday

Porta di Roma al buio per i furti di rame. I residenti pensano alla vigilanza privata

Ancora fili tranciati in via Calindri, i lampioni del parcheggio parzialmente spenti. Gli abitanti: "Siamo pronti a rivolgerci a vigilanza privata"

Terzo danneggiamento ai danni dei fili elettrici di  via Calindri a Parco delle Sabine: negli scorsi giorni, dopo i cavi di rame trafugati e la cabina elettrica saccheggiata e devastata, ignoti hanno divelto lo sportello del contatore e tagliato i fili che alimentano l'illuminazione del parcheggio della via lasciandolo, per fortuna solo parzialmente, al buio. 

Un episodio, l'ennesimo, che ha suscitato timore nei residenti convinti che qualcuno stia preparandosi il terreno, o meglio una zona d'ombra e oscurità, per agire in modo indisturbato su lampioni e forse anche automobili e appartamenti. 

"Siamo sotto attacco, per via Calindri è il terzo furto in pochi giorni. Abbiamo capito come si muovono ed è palese che si stanno preparando per tornare molto presto a rubare i cavi di rame dei lampioni" - ha scritto Alessandro, uno dei residenti di Parco delle Sabine più attento e attivo sul tema che ha messo in guardia i propri "vicini" di casa. 

E quella parte del Municipio III, per lunghi mesi sottoposta al buio derivante da furti e guasti, proprio non ci sta a dover ritornare alle torce elettriche e all'illuminazione 'fai da te': l'idea è quella di affidarsi alla chat di condominio per allertarsi l'un l'altro in caso di movimenti sospetti o di provvedere a controlli notturni forse volontari o affidati alla vigilanza. 

"Dobbiamo fare presto e avere gli occhi aperti" - dicono da Porta di Roma invocando però anche più controlli da parte delle forze dell'ordine perchè la sicurezza del quartiere e la prevenzione alle razzie di rame non sia affidata solo ai residenti o a WhatsApp. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

Torna su
RomaToday è in caricamento