MontesacroToday

Parco Chiala, una delle "100 piazze" perdute: così il Comune punta alla sua rinascita

La commissione ambiente capitolina al Nuovo Salario, il M5s: "Restituiremo area con trasparenza e legalità"

Un abuso edilizio da sanare e un bando pubblico per l'affidamento del chiosco bar così da affidare anche la manutenzione ordinaria del parco e far rinascere uno dei polmoni verdi del Nuovo Salario.

Parco Chiala: una delle "100 piazze" perdute

E' questa la ricetta del MoVimento Cinque Stelle per il Parco Chiala: una di quelle "100 piazze" per le quali si puntava al recupero e che invece, a oltre dieci anni dai progetti di riqualificazione, sprofondano tra trascuratezza e abbandono. 

Negli scorsi giorni il sopralluogo della Commissione capitolina Ambiente che sta lavorando alla rinascita del giardino del Municipio III. 

"Risulta che per la manutenzione del parco e la gestione del chiosco bar, dal 2005 al 2011 siano stati pattuiti convenzioni e affidamenti diretti con il Comune di Roma. Alcune società gestirono il tutto senza avere le prescritte autorizzazioni, altri addirittura abbandonarono l'area prima del tempo. C'è voluto un po' per sbrogliare la matassa burocratica insieme ai nostri ex colleghi municipali ma, ora che abbiamo recuperato i documenti necessari per capire" - ha scritto la consigliera grillina Sara Seccia. 

La ricetta del M5s per la rinascita

Il primo passo sarà sanare l'abuso edilizio realizzato nel verde: "Per farlo - ha spiegato la consigliera - riuniremo tra pochissimi giorni un tavolo tecnico con tutti i Dipartimenti coinvolti; a quel punto si potrà predisporre il nuovo bando pubblico per reperire il nuovo (regolare) gestore". 

"Passi semplici e che vanno verso la legalità e la trasparenza" - ha aggiunto Daniele Diaco sottolineando come l'obiettivo sia quello di restituire il Parco Chiala al territorio. Punto ristoro attivo, manutenzione costante, area ludica ripristinata così come la fontana. "Vogliamo ridare nuova vita a questo bellissimo polmone verde della zona". 

Un bando per affidare il punto ristoro

Da qui l'appello anche alla nuova amministrazione del Montesacro: "Chiediamo al territorio e al Municipio di proseguire il lavoro già fatto dalla precedente Giunta grillina per disegnare un bando coinvolgendo la cittadinanza e le associazioni del territorio" - l'input del consigliere Pietro Calabrase.  

Dunque per il Parco Chiala prima un affidamento trasparente, poi i meritati decoro e sicurezza.

Ma i grillini non demordono: "Vogliamo a questo punto anche fare luce sui mancati controlli e sulle vicende pregresse di affidamento, poco chiare , che hanno rallentato i procedimenti e condotto quell'area nello stato di abbandono e vandalismo in cui versa". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento