MontesacroToday

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Palestra popolare Verbano, dall’incendio alla riapertura: "Per fermarci serve ben altro"

A due giorni dall’incendio, i corsi della palestra popolare Valerio Verbano, al Tufello, ripartono, grazie anche alla gara di solidarietà

 

Non solo una palestra, ma un punto di riferimento. Per grandi, ma soprattutto meno grandi. "Il nostro gioiello - dice Giulio della palestra popolare Verbano mentre ci mostra le zone colpite dall’incendio subito lo scorso 19 novembre -. Le lacrime delle bimbe che qui si allenano quasi ogni giorno ci ha dato la forza di andare avanti, rimboccarci le maniche e fare il possibile per riaprire”.

Così, giovedì 22 novembre i corsi sono stati nuovamente avviati. Fortunatamente le fiamme non si sono propagate all’interno dei locali, ma non per questo non hanno fatto danni: “Li abbiamo stimati in almeno dieci mila euro - continua Giulio -, gran parte è per il boiler dell’acqua calda andato completamente distrutto. E menomate che andava e energia elettrica e non a gas, altrimenti sarebbe stata davvero una strage”.

Mentre, malgrado i sospetti, ci si chiede: chi può aver fatto una cosa simile? Perché proprio adesso, quando la palestra è ormai conosciuta in tutta la città come esempio virtuoso? Dieci anni a servizio di un territorio che chiedeva spazi, servizi, attenzione. E che nel suo piccolo, la palestra popolare del Tufello fa.

Basta vedere la mobilitazione di amici, attivisti e residenti per cercare di dare una mano ed impedire che potesse chiudere: “Abbiamo ricevuto un affetto davvero sopra le nostre aspettative - conclude Giulio -, peccato che ci sia un unico grande assente, ovvero il Campidoglio”. Gara di solidarietà che va avanti anche sulle pagine social della palestra e con la raccolta fondi attraverso l’Iran dell’associazione Asd Tufello Kombat. "Noi siamo qui - conclude Giulio -. E non permettiamo a niente e a nessuno di bloccare il nostro lavoro. Ci vuole ben altro".

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento