MontesacroToday

Furto al nido di Talenti, telecamere distrutte e mensa saccheggiata: a casa 69 bambini

Per il nido Cocco e Drilli è la seconda razzia in meno di una settimana, la disperazione di scuola e genitori: "Serve sistema di allarme più efficiente, non possiamo rimanere in balia dei ladri"

una delle telecamere strappate al nido di Talenti

Furto e devastazione al nido Cocco e Drilli di Talenti dove nella tarda serata di ieri ignoti si sono introdotti rubando scorte alimentari e mettendo a soqquadro l'intera struttura. 

Erano circa le 22:40 quando il sistema di videosorveglianza, che pure era stato prontamente ripristinato dopo il furto della settimana scorsa, ha registrato il tilt: tutte le telecamere del nido di via Clelia Bertini Attilj sono state strappate e distrutte, lasciate nel prato del giardino esterno o in pezzi sul pavimento di corridoi e uffici. 

Furto al nido di Talenti: è il secondo in una settimana

Armadietti svuotati, mensole gettate a terra, dispense saccheggiate: nel bottino parmigiano e carne. Magro rispetto ai danni materiali e organizzativi inflitti al nido Cocco e Drilli, ai bambini e alle loro famiglie, al personale in servizio. 

Oggi, dopo il furto, nessuno dei 69 bambini iscritti al nido di Talenti è potuto entrare in classe: "A differenza delle altre volte dove ci siamo prontamente organizzati per fornire il pasto e rendere il servizio regolare, oggi purtroppo non è stato possibile: i ladri infatti hanno contaminato gli ambienti e, per tutelare i nostri piccoli, è necessario che prima di farli rientrare la struttura venga sanificata i igienizzata" - ha detto a RomaToday la poses del Cocco e Drilli, Antonella Babbalacchio. "E' necessario - ha poi sottolineato - un protocollo di intesa affinchè gli impianti di allarme siano collegati alle forze dell'ordine per evitare che le scuole finiscano continuamente nel mirino dei malviventi". 

Il nido Cocco e Drilli bersaglio preferito dei ladri

E a Talenti lo sanno bene: l'ultima incursione nella struttura di via Clelia Bertini Attilj c'era stata solo lo scorso 28 febbraio, nemmeno una settimana fa.

Un nido, il Cocco e Drilli, che tra il 2015 e il 2016 è stato vittima di dieci furti in pochi mesi: durante uno dei colpi i ladri buttarono addirittura giù un muro per accaparrarsi derrate alimentari e utensili da cucina.

Dopo il furto 69 bambini a casa: l'ira dei genitori

"La situazione è insostenibile. I disagi di questi continui furti ricadono tutti sulla scuola e sui genitori. Questa mattina siamo in 69 famiglie a non sapere come organizzarci con i nostri figli: siamo alle prese con permessi dal lavoro, ferie e appuntamenti saltati" - si sfoga uno dei papà del Cocco e Drilli.

La notizia del furto, diffusa dalle maestre nella prima mattinata, è circolata nelle chat dei genitori: così qualcuno ha potuto perlomeno evitare il viaggio fino al nido. 

Talenti nella morsa dei ladri: dopo la palestra furto al nido

"Così non si può andare avanti, questa è una bellissima ed efficiente struttura: non può essere lasciata alla mercè di malviventi e vandali" - aggiunge il papà. "Speriamo - l'auspicio dei genitori - che l'aver devastato tutto il sistema delle telecamere non rappresenti la volontà di entrare ancora, e indisturbati, nel nido dei nostri figli". 

Furti a Talenti: "Situazione allarmante"

"La situazione è allarmante. Il fatto stesso che si ripetano eventi di questo genere laddove sono accaduti pochi giorni or sono, è il segnale inequivocabile che chi delinque ha la certezza di farla franca. Manca tutto per garantire la sicurezza: Illuminazione, grate di protezione, presenza delle forze dell'ordine visibile sul territorio ad ogni ora del giorno e della notte. Ben vengano i tavoli sulla sicurezza che organizza la giunta con le forze dell'ordine, ma evidentemente - ha commentato a RomaToday il consigliere di Forza Italia in Municipio III, Riccardo Evangelista - serve anche una azione concreta".

Domani a Piazza Sempione l'interrogazione all'assessora alla Sicurezza, Francesca Leoncini, per avere informazioni sulle azioni previste a tutela del territorio.

Intanto al nido Cocco e Drilli, dove pure le insegnanti sono presenti e impegnate a rimettere in ordine la struttura, gli inservienti sono già al lavoro con ritmi serrati per sanificare aule e locali destinati ai bambini: "Domani - assicura la funzionaria educativa - il servizio sarà regolare". 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Ma far dormire di nascosto un battaglione dei carabinieri nella scuola che quando entrano i ladri gli fanno Bubu settete, no?

Notizie di oggi

  • Politica

    Raggi prova a ripartire e convoca i minisindaci: "Non sapevo niente, avanti compatti"

  • Cronaca

    Follia fra Termini e via Cavour: prima la rapina poi con una pala minaccia i passanti

  • Cronaca

    Roma blindata, c'è il presidente della Cina. Strade chiuse al Centro e Parioli

  • Corviale

    Crisi Municipio XI, l'ex consigliera grillina rompe gli indugi: "Voto la sfiducia"

I più letti della settimana

  • Presidente cinese a Roma: dal 21 marzo strade chiuse e una doppia 'green zone'

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • Ora legale nel 2019: quando spostare le lancette

  • Tragedia a Largo Preneste: è morto Umberto Ranieri. Chi lo ha colpito con un pugno? Il punto sulle indagini

Torna su
RomaToday è in caricamento