MontesacroToday

Vigne Nuove, il Salvamamme sta stretto: "E' punto di solidarietà da mettere in sicurezza"

I locali del centro anziani che lo ospitano sono ormai troppo piccoli, la consigliera del Pd incalza la Giunta: "Va trasferito nella nuova struttura di Talenti"

Aperto nel 2016 e divenuto sin da subito punto di riferimento solido e affidabile per le donne del territorio e non solo. 

La crescita del Salvamamme di via Dina Galli

Il Salvamamme del Montesacro, unica "costola" territoriale di quello centrale con sede in via Ramazzini, negli anni ha registrato una crescita esponenziale: in via Dina Galli, negli spazi del centro anziani che lo ospita, dalle 48 mamme aiutate nel primo anno di attività, si è passati alle 105 del 2018; da 97 bambini a 194. 

Aumentano donatori e richieste. Così i locali di Vigne Nuove, condivisi con i nonni del quartiere, si fanno sempre più stretti: troppo per permettere al Salvamamme di svolgere la propria attività in totale serenità. 

Il Salvamamme del Municipio III "sta tretto"

Stanze piene di beni di prima necessità, scaffali e mobili colmi: mai abbastanza per rispondere alle esigenze delle oltre 300 famiglie che si affidano ai volontari. 

A verificare le condizioni in cui opera lo sportello di supporto la Commissione Politiche Sociali del Municipio III che già nel febbraio scorso aveva ricevuto una lettera con cui l'associazione chiedeva locali più adeguati. 

"In seguito alla visita che abbiamo fatto ci siamo resi ulteriormente conto che gli spazi concessi in comodato d'uso gratuito non bastano più" - ha scritto in una nota la presidente della Commissione Politiche Sociali del Municipio III, Sara Alonzi. 

"L'esperienza che si è sviluppata con il punto Salvamamme a Vigne Nuove ormai assiste e supporta stabilmente le famiglie che vivono in difficoltà economiche fornendo loro beni di prima necessità, supporto psicologico alle famiglie e assistenza sanitaria tramite la rete costruita con il consultorio e il servizio materno-infantile della Asl. Diventato ormai un servizio fondamentale per il nostro territorio, in collaborazione con servizi sociali e parrocchie, serve  più di 300 famiglie" - ha spiegato la consigliera del Pd sottolineando come sia necessario dare seguito al documento approvato dal Consiglio di Piazza Sempione per dotare il Salvamamme di una sede adeguata. 

L'idea del Municipio III: Salvamamme a Talenti

L'idea del Municipio III è quello di porre il servizio nella struttura polifunzionale di Talenti, quella realizzata nell'ambito della convenzione di Parco Talenti e inaugurata nel giugno scorso. Un luogo che Piazza Sempione a guida centrosinistra immagina come una futura "casa delle donne". 

La consigliera del Pd incalza la Giunta: "Metta in sicurezza attività"

"Siamo cponvinti che la risoluzione votata in Consiglio all'unanimità in cui chiedevamo una sede più adeguata per il servizio del Salvamamme sia quella giusta da portare avanti come amministrazione. Poter avere uno spazio adeguato per il punto Salvamamme - ha scritto Alonzi - è oggi anche una questione di sicurezza per tutte le volontarie che prestano il loro tempo ad aiutare le famiglie in difficoltà. E' un lavoro prezioso e va salvaguardato. Siamo certi che la Giunta - ha concluso la consigliera del Pd - saprà mettere in sicurezza questa attività, permettendo di continuare a far crescere la rete di solidarietà e mutualità nel territorio". 
 

Potrebbe interessarti

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

  • Distributori di Benzina "No Logo": dove il pieno costa meno

  • 7 laghi meravigliosi da visitare nei dintorni di Roma

I più letti della settimana

  • Terremoto Roma: scossa avvertita in diverse zone della città. Epicentro a Colonna

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Uccide la moglie e poi si spara: i due coniugi non riuscivano a pagare l’affitto

  • Sciopero a Roma, martedì 25 giugno metro e bus a rischio: tutte le informazioni

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

  • Marito e moglie morti in casa a Tomba di Nerone, ipotesi omicidio-suicidio

Torna su
RomaToday è in caricamento