MontesacroToday

Code Felici, il rifugio che sopravvive grazie a volontari e donazioni: da Talenti 200 chili di cibo

Successo per la colletta alimentare in favore del rifugio del Municipio III che da tre anni, senza più convenzione con il Comune, si regge sulle risorse dei volontari e sulla generosità di cittadini e attività del territorio

Il passaparola nel quartiere, il tam tam via social e un risultato che forse in pochi si aspettavano: si è conclusa con successo, oltre 200kg tra croccantini e scatolette, la colletta alimentare promossa dal Comitato di Quartiere Talenti in favore del rifugio Code Felici, un'associazione di volontariato cinofilo attiva da oltre vent'anni sul territorio del Municipio III. 

Trentacinque i cani attualmente ospitati nella struttura vicina al quartiere Porta di Roma, tra questi molti gli esemplari anziani che, tra cibo e cure, necessitano di grandi sforzi. 

Dal CdQ Talenti la colletta alimentare per il Code Felici

Così quei 200kg di cibo raccolti grazie alla generosità delle persone di Talenti e dintorni si riveleranno senz'altro graditi per cuccioli in cerca di una famiglia e veterani del rifugio. Più che utili per i volontari che portano avanti il Code Felici e che da tre anni, senza più alcuna convenzione con il Comune, possono contare solo su risorse proprie e donazioni. E tra affitto del terreno, cure e cibo le spese non mancano. 

Code Felici: il rifugio che sopravvive grazie a volontari e donazioni

"Da tre anni andiamo avanti solo con il volontariato, ogni volta che abbiamo carenza di qualcosa chiediamo aiuto: proprio così è nata la collaborazione e l'amicizia con il Comitato di Quartiere Talenti" - ha spiegato a RomaToday Tatiana Menchicchi, volontaria del Code Felici.

Una conoscenza solida ma piuttosto recente. "Era il periodo del terremoto in centro Italia, in quel frangente abbiamo spedito tutte le coperte a nostra disposizione nei territori dell'emergenza per aiutare gli animali in difficoltà. Così abbiamo chiesto aiuto al quartiere per i nostri per quelli delle zone del sisma: anche in quel caso la raccolta delle coperte è stata un successo" - prosegue Tatiana, sottolineando il costante aiuto che al Code Felici arriva anche da alcune attività della zona. Fra tutte l'edicola di Claudio Gardini e il pet shop Ettore e Lulù. Una catena di solidarietà destinata ad ampliarsi. 

"La raccolta, iniziata circa due settimane fa, ha ottenuto un risultato straordinario. Grazie a tutti i cittadini che hanno dimostrato ancora una volta la loro sensibilità, donando oltre 200kg di cibo per gli amici a 4 zampe" - ha scritto il Comitato di Quartiere Talenti. 

L'appello del rifugio Code Felici

Ma le esigenze per il Code Felici sono molteplici e continue. "Le spese vive sono tante, come pure le necessità degli animali: in questo periodo avremmo bisogno degli antiparassitari" - l'appello del rifugio che, in particolar modo nel periodo estivo, deve anche far fronte al continuo abbandono dei cani. Cuccioli e non pronti ad essere adottati, anche a distanza. Vitali poi le donazioni affinchè la storica realtà del Municipio III possa sopravvivere e con essa quelle code che, grazie a una cuccia e all'affetto dei volontari con pure la speranza di trovare una casa e una famiglia, li sono davvero felici. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento