Montesacro Today

Parco Talenti, vetri in frantumi e fiamme: "Reperti archeologici in pericolo"

Atti vandalici e tentate incursioni nei prefabbricati in cui sono stipati i reperti archeologici. La Rete Ecologica Roma Montesacro: "Garantire sicurezza cantiere e ritrovamenti"

Reperti archeologici in pericolo a Parco Talenti. La denuncia arriva da alcune realtà del territorio da oltre un decennio alle prese con la battaglia per il completamento e l'agognata consegna dell'area verde che il quartiere attende da ben quindici anni. Un parco che al momento, tra ritardi e rinvii, è un miraggio e con esso quella “Passeggiata archeologica” prevista all’altezza della collina dell’Ovile Pascolaro.

A preoccupare Comitati e Associazioni la facilità di accesso ai reperti rinvenuti anni or sono dalla Sovrintendenza e stipati in alcuni prefabbricati posti nel cantiere che sorge su via Ezra Pound.

Container di recente danneggiati e violati da alcuni vandali: inferriate forzate, vetrate in frantumi e addirittura fiamme per tentare l'accesso a quel materiale tanto prezioso. Ad accorgersi delle incursioni Francesca Righi dell’associazione cinofila-ambientalista “Non Solo Cani", da anni impegnata con il Coordinamento Rete Ecologica Roma Montesacro per il rispetto del progetto di convenzione di questa importante area verde del Municipio III.

"L'inferriata di una delle casette è stata forzata nel tentativo di riuscire ad introdursi e saccheggiare ciò che si trova all'interno, tentativo andato fallito ma che ha scatenato la smania vandalica dei saccheggiatori che hanno mandato in frantumi la vetrata. Alla parete di un altro dei prefabbricati è stato appiccato il fuoco per aprire un varco. Attraverso l'enorme foro si intravedono libri, documenti, reperti archeologici catalogati" - ha scritto il Coordinamento Rete Ecologica Roma Montesacro sottolineando, per l'ennesima volta, che è responsabilità del costruttore impedire l’ingresso di quello "che - dicono - purtroppo, ad oggi, è ancora un cantiere".

Da qui la richiesta urgente a Piazza Sempione di farsi carico di segnalare quanto prima alla Soprintendenza Archeologica di Roma il pericolo che corrono i reperti depositati e porre la società di Mezzaroma davanti ai sui doveri: "chiudere il cantiere - ribadiscono le Associazioni - e vigilare su quei beni". 
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Roma e Lazio nella morsa di caldo e siccità: "Un dramma per l'agricoltura"

    • Politica

      Elezioni amministrative 2017: al ballottaggio sette comuni in provincia di Roma

    • Cronaca

      Poliziotto ricoverato allo Spallanzani: "E' meningite". Paura tra i colleghi

    • Monteverde

      Centro islamico al posto di storico ristorante: tra "scherzo" e realtà, un cartello apre la polemica

    I più letti della settimana

    • Tufello: prova a stuprare una minorenne, lei reagisce e lo accoltella

    • Paura al Tufello: spari nel parco Kennedy, esploso proiettile contro un'auto

    • Si finge invalido e alla fermata del bus aggredisce e scippa anziana

    • Municipio III, furti e tentati stupri: "Ma l'assessora a sicurezza non risponde da mesi"

    • Vandali in azione a Serpentara: un estintore per distruggere l'orto didattico

    • Discarica lungo la ciclabile, a Sacco Pastore "si ribella" anche il materasso

    Torna su
    RomaToday è in caricamento