MontesacroToday

Parco Talenti, vetri in frantumi e fiamme: "Reperti archeologici in pericolo"

Atti vandalici e tentate incursioni nei prefabbricati in cui sono stipati i reperti archeologici. La Rete Ecologica Roma Montesacro: "Garantire sicurezza cantiere e ritrovamenti"

Reperti archeologici in pericolo a Parco Talenti. La denuncia arriva da alcune realtà del territorio da oltre un decennio alle prese con la battaglia per il completamento e l'agognata consegna dell'area verde che il quartiere attende da ben quindici anni. Un parco che al momento, tra ritardi e rinvii, è un miraggio e con esso quella “Passeggiata archeologica” prevista all’altezza della collina dell’Ovile Pascolaro.

A preoccupare Comitati e Associazioni la facilità di accesso ai reperti rinvenuti anni or sono dalla Sovrintendenza e stipati in alcuni prefabbricati posti nel cantiere che sorge su via Ezra Pound.

Container di recente danneggiati e violati da alcuni vandali: inferriate forzate, vetrate in frantumi e addirittura fiamme per tentare l'accesso a quel materiale tanto prezioso. Ad accorgersi delle incursioni Francesca Righi dell’associazione cinofila-ambientalista “Non Solo Cani", da anni impegnata con il Coordinamento Rete Ecologica Roma Montesacro per il rispetto del progetto di convenzione di questa importante area verde del Municipio III.

"L'inferriata di una delle casette è stata forzata nel tentativo di riuscire ad introdursi e saccheggiare ciò che si trova all'interno, tentativo andato fallito ma che ha scatenato la smania vandalica dei saccheggiatori che hanno mandato in frantumi la vetrata. Alla parete di un altro dei prefabbricati è stato appiccato il fuoco per aprire un varco. Attraverso l'enorme foro si intravedono libri, documenti, reperti archeologici catalogati" - ha scritto il Coordinamento Rete Ecologica Roma Montesacro sottolineando, per l'ennesima volta, che è responsabilità del costruttore impedire l’ingresso di quello "che - dicono - purtroppo, ad oggi, è ancora un cantiere".

Da qui la richiesta urgente a Piazza Sempione di farsi carico di segnalare quanto prima alla Soprintendenza Archeologica di Roma il pericolo che corrono i reperti depositati e porre la società di Mezzaroma davanti ai sui doveri: "chiudere il cantiere - ribadiscono le Associazioni - e vigilare su quei beni". 
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Due anni di giunta Raggi: le pagelle degli assessori

  • Incidenti stradali

    Incidente a Castel Porziano: cade dallo scooter e finisce travolto da un'auto, morto 36enne

  • Cronaca

    La truffa del finto parlamentare: così tre romani hanno rubato 20.000 euro a padre e figlio

  • Politica

    River, il Campidoglio se ne lava le mani e distrugge le casette. I rom: "Trattati come animali"

I più letti della settimana

  • Schianto sul lungotevere, due morti. Perde la vita lo chef stellato Alessandro Narducci

  • Cassia bis: si getta dal ponte e finisce su furgone in corsa, morta una donna

  • Tragedia sulla via del Mare: auto si scontra con moto e si ribalta, un morto ed tre feriti gravi

  • Droga ed estorsioni col metodo mafioso, così "Zio Franco" controllava la zona di Montespaccato

  • I romani e il trasporto pubblico: viva la metro, ma diminuiamo le attese

  • Prenestina: provoca incidente, ferisce due bimbe e scappa a piedi. Rintracciato pirata della strada

Torna su
RomaToday è in caricamento