MontesacroToday

Parco Talenti, 40 ettari "sottratti" alla città: da 15 anni è una chimera

Dal 2001 quel quadrate della Capitale attende il Parco previsto come compensazione per le cubature edificatorie del Rione Rinascimento. Il Coordinamento Rete Ecologica Roma Montesacro: "Ci hanno messo meno a fare la Torre Eiffel"

Avrebbe dovuto rappresentare il cuore verde e pulsante del quartiere con spazi innovativi e all'avanguardia invece ad oggi il Parco Talenti, tra transenne e nastri, è l'ennesima eterna area cantiere della Capitale.

Quaranta ettari di verde pubblico che la Società di Meezzaroma ImpreMe avrebbe dovuto consegnare alla città come compensazione per le cubature edificatorie del Rione Rinascimento ma, come spesso accade, realizzata la parte residenziale del resto nemmeno l'ombra o poco più. Così dal 2001, anno della Convenzione, i cittadini attendono quel parco attrezzato che, tra lavori a rilento e consegne promesse ma mai avvenute, è ormai un vero e proprio miraggio. 

A non arrendersi ad un parco che non c'è, con una battaglia ormai più che decennale, il Coordinamento Rete Ecologica Roma Montesacro che, attraverso l'ennesima campagna social e mediatica, rilancia la questione sottolineando la necessità di giungere all'agognato positivo epilogo. 

Dal Ponte della baia di Tsingtao, 4 anni di lavori, alla Torre Eiffel, realizzata in poco più di 24 mesi: sono questi "gli imbarazzanti confronti" che il Coordinamento fa tra opere imponenti e spettacolari e il Parco Talenti che, per quanto grande e moderno, dal 2001 è in attesa di realizzazione e consegna. 

"Sono passati 15 anni dalla firma della Convenzione (maggio 2001) ed il parco non è stato ancora consegnato alla città. 15 anni di attesa sono veramente troppi, al limite dell’indecenza" - scrivono le realtà aderenti al Coordinamento Rete Ecologica Roma Montesacro sottolineando come il Parco, nonostante la fruibilità sia ancora ufficialmente "area cantiere". "Chi pensa all’incolumità di quei cittadini che quotidianamente lo frequentano, stanchi di un’attesa infinita?" - si domandano tornando all'attacco di costruttori e istituzioni. 

"Abbiamo chiesto di sollecitare il privato ad adempiere agli obblighi di legge per la messa in sicurezza di quelle aree già parzialmente prossime al completamento e già fruite, accelerando nel complesso il termine dei lavori. Attendiamo, quindi, nel rispetto del progetto di convenzione e del perimetro del parco pubblico - hanno concluso - la realizzazione completa di questa importante area del nostro Municipio".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Scuole chiuse a Roma per maltempo: la decisione del Campidoglio

  • Non rientra a casa e i genitori denunciano la sua scomparsa: trovato morto dopo incidente stradale

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro auto-moto, morto centauro

  • Sciopero a Roma: domani a rischio tram, metro e bus. Gli orari

Torna su
RomaToday è in caricamento