MontesacroToday

Il nido di Talenti in balia dei ladri, locali devastati e dispensa saccheggiata: i bambini restano a casa

Nuovo furto al Cocco e Drilli, l'ira dei genitori: "In 90 costretti a saltare il lavoro". Tuona Forza Italia: "Avevamo chiesto grate, basta inerzia"

foto archivio - furto febbraio 2019

Non c'è pace per il nido Cocco e Drilli di Talenti, quello tristemente noto per la grande quantità di furti subita. 

Il nido Cocco e Drilli nella morsa dei ladri

Tra il 2015 e il 2016 oltre dieci le incursioni in pochi mesi con i ladri, in un'occasione, a buttare giù addirittura un muro per accaparrarsi qualche derrata alimentare
Uno scenario che nel 2019 non è cambiato poi molto: nella settimana a cavallo tra febbraio e marzo tre i saccheggi sopportati. 

Ingenti i danni e i disagi arrecati alle famiglie, costrette a ricorrere a soluzioni alternative per i loro bambini rimasti a casa in attesa del ripristino delle condizioni igieniche e ambientali più ottimali.

Esasperato il personale alle prese con pulizie straordinarie, materiali e stanze da rimettere in ordine, inventario da aggiornare: il tutto in una struttura che i genitori definiscono "d'eccellenza". 

Un'esposizione alle razzie date dalla posizione isolata: il nido Cocco e Drilli sorge infatti, sì davanti alle palazzine di via Clelia Bertini Attilj, ma anche su uno dei lati del parco Sannazzaro. Svaligiarlo, a quanto pare, è un gioco da ragazzi. 

A Talenti è emergenza furti: nido saccheggiato per la terza volta in una settimana 

Furto al nido di Talenti: telecamere distrutte, mensa saccheggiata

Lo dimostra l'ennesima violazione. Durante lo scorso week end infatti ignoti si sono introdotti nella struttura: telecamere distrutte, dispensa saccheggiata. Danni notevoli per portare via un po' di carne e formaggio. 

Famiglie in balia dei ladri: "Bambini e genitori rimasti a casa"

"Il danno più grande è stato arrecato alla videosorveglianza: hanno tolto tutte le telecamere e i sensori sia all'interno che all'esterno" - racconta a RomaToday uno dei genitori del Cocco e Drilli. "In più, e non è affatto secondario, novanta genitori non sono potuti andare a lavoro perchè ieri (lunedì 10 giugno ndr.) il nido è rimasto ovviamente chiuso"

Soluzioni definitive ed efficaci quanto continuano a chiedere le famiglie volenterose di tutelare e preservare non solo la scuola dei loro figli e un servizio necessario, ma anche un bene pubblico. 

Forza Italia esorta il Municipio III: "Basta inerzia, servono grate"

"L'inerzia dell'amministrazione consente ai soliti balordi di razziare nuovamente l'asilo Cocco e Drilli con gravi danni e l'interruzione del servizio per i bambini. Ci chiediamo dove sono andate a finire le promesse del municipio  fatte tre mesi fa?" - tuona Riccardo Evangelista, consigliere del Municipio III di Forza Italia. "I fatti della scorsa notte confermano quanto avevamo proposto, con la protezione, almeno della cucina, attraverso grate che fungano da deterrente". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

Torna su
RomaToday è in caricamento