MontesacroToday

Ancora nidi assaltati, i genitori di Talenti: "Difendete il nido dei nostri figli"

In attesa delle grate promesse nuovo furto al Principe Ranocchio: oltre al cibo portati via stereo, macchinetta fotografica e telefono. I genitori scrivono a Piazza Sempione: "Garantire sicurezza e continuità servizio"

Numero di furti ormai da settimane in doppia cifra per il nido Principe Ranocchio di via Ugo Ojetti: qui i ladri, che da tempo stanno saccheggiando le mense scolastiche del Municipio III, sono entrati ben 12 volte dall'inizio dell'anno scolastico, l'ultima proprio due giorni fa quando tutti pensavano che le grate promesse sarebbero arrivate. 

Un ritardo che per il nido di Talenti si è rivelato ancora una volta fatale. La cucina, locale ambito dai furfanti insieme alla dispensa, ha ancora la finestra divelta e aperta: un gioco da ragazzi dunque introdursi in una struttura priva di ogni forma di protezione e fare razzia di materiale didattico e soprattutto cibo. 

Oltre alle derrate alimentari dalle aule sono spariti anche stereo, telefono e la macchinetta fotografica utilizzata dalle insegnanti per immortalare i lavori e i progressi dei piccoli alunni.

Una situazione che nel nido di via Ugo Ojetti si protrae da tempo così, nonostante la riunione con il Municipio, i genitori hanno deciso di mettere le proprie richieste nero su bianco avviando una raccolta firme da spedire direttamente a Piazza Sempione.

"Questi episodi stanno rappresentando per i nostri figli motivo di disagio e di insicurezza. Il servizio deve essere spesso interrotto: solo grazie alla solerzia delle insegnanti e del personale scolastico e agli interventi, per quel che compete, del Municipio è possibile ripristinarlo" - si legge nella missiva nella quale i genitori parlano di "situazione insostenibile". 

A preoccupare mamme e papà, oltre alle fotografie sottratte finite nelle mani di chissà chi, anche la compromissione dello stato di igiene che deriverebbe dalle intrusioni: "Questi ambienti - racconta Giada, giovane mamma con il figlio al Principe Ranocchio - vengono vissuti tutti i giorni da bambini da 3 mesi a 3 anni: siamo preoccupati che, nonostante le pulizie, dopo il passaggio dei malviventi non siano del tutto salubri". 

E nonostante le rassicurazioni arrivate da Piazza Sempione circa l'imminente installazione delle inferriate i genitori tengono a ribadire le proprie richieste: ripristino delle finestre scardinate e rotte; fissaggio della grata di protezione della finestra della dispensa e messa in sicurezza degli altri accessi utilizzati per le incursioni senza escludere la possibilità di utilizzare telecamere di sorveglianza. 

"La scuola - sottolinea ancora la giovane mamma - dovrebbe essere un luogo sicuro e protetto perchè qui lasciamo ciò che abbiamo di più importante: i nostri figli". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Nubifragio a Roma, città allagata dopo due ore di pioggia: sotto accusa il piano foglie che non c'è

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

Torna su
RomaToday è in caricamento