MontesacroToday

"Nascosta nell'armadio per sfuggire ai ladri": a Talenti cresce la paura per i continui furti

Il quartiere si organizza, gruppi WhatsApp e applicazioni per difendersi: "Abbiamo paura perchè riescono ad entrare indisturbati ovunque"

Appartamenti svaligiati in pieno giorno, pochi minuti per entrare e portar via oggetti preziosi, gioielli e soldi: razzie che si concentrano tutte nello stesso quadrante quello di via Gaspara Stampa, via Ada Negri e via Adriano Tilgher. A Talenti è emergenza furti. 

A Talenti è emergenza furti

Dall'inizio dell'anno decine quelli denunciati dai residenti convinti di essere alle prese con una vera e propria banda di professionisti: "Il metodo è sempre lo stesso, entrano dalla finestra senza fare alcun rumore e una volta in casa sono capaci di individuare i posti in cui sono custodite le cose più preziose, casseforti incluse" - raccontano. 

Una scia di furti infinita tanto da far gridare gli abitanti del quartiere del Municipio III all'assedio. 

"Io, nascosta nell'armadio per sfuggire ai ladri"

Spaventosa l'esperienza vissuta da una giovane donna della zona che si è ritrovata quasi faccia a faccia con i ladri entrati in casa sua: salvata solo dall'astuzia e da un guizzo coraggioso prima sotto al piumone e poi nell'armadio munita di smartphone. 

"Ero in camera sul letto quando ho sentito qualcuno entrare in casa. Pensavo fossero i miei genitori ma quando ho sentito parlare una lingua che non era italiano e li ho percepiti nel corridoio mi sono buttata sotto al piumone sperando di non essere vista. Fortunatamente la camera era buia e loro, erano due uomini, non si sono resi conto che ero in casa" - racconta la giovane a RomaToday. 

"Appena ho sentito che si dirigevano nell'altra stanza sono saltata fuori e mi sono infilata dentro all'armadio, sotto una pelliccia, con il cellulare in mano. Li ho sentiti mettere a soqquadro tutto e spaccare qualcosa: erano adirati perchè non riuscivano ad aprire la cassaforte. Ho avuto paura". 

A Talenti 8' per mettere a segno un colpo

Da li l'sms alla sorella e ad un'amica che hanno allertato il 112 e il portiere dello stabile: "I carabinieri le hanno messe in attesa ma nel frattempo loro si sono avviati in gruppo verso casa mia, un palo deve aver avvisato i malviventi che si erano introdotti perchè poco prima che entrassero a soccorrermi - racconta ancora la donna - loro sono andati via. Hanno impiegato appena 8' per svaligiare tutta casa e portarci via tantissime cose preziose. E' chiaro che si tratta di professionisti". 

Gruppi WhatsApp e app per difendersi dai ladri

E come la sua tante altre le denunce inoltrate alle forze di polizia di zona e le segnalazioni che corrono veloci sui gruppi social del quartiere. 

"Abbiamo dato alle forze dell'ordine descrizioni dei sospetti e auto utilizzata, dicono che stanno facendo il possibile intanto però qui a Talenti regna l'insicurezza" - insistono i residenti che, per rispondere all'emergenza, si sono organizzati. 

Qualcuno lancia l'idea delle ronde di quartiere, altri hanno messo in piedi una rete di contatti affinchè ognuno possa fare da sentinella e rendersi utile quando presente nel quartiere. Un gruppo SOS di WhatsApp e l'applicazione Zello, che utilizza gli smartphone come un walkie talkie, per difendersi dai ladri e comunicare l'un l'altro emergenze e sospetti in tempo reale. 

"La situazione è inquietante perchè ci sentiamo inermi. L'ansia è tanta perchè riescono ad entrare ovunque senza sforzi. Abbiamo paura". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento