MontesacroToday

VeloOk: dopo sei giorni sradicate già due colonnine, diffuso il malcontento

Dopo neanche una settimana dall'installazione, già sradicate alcune colonnine. I cittadini: "Solo un modo per fare cassa". Nel progetto si parla di "attività sanzionatoria saltuariamente necessaria" per renderla credibile ai cittadini

Non è passata neanche una settimana da quando sono state installate le tanto discusse colonnine, e qualcuna è già stata fatta fuori. Passando per Viale Jonio lo scorso Sabato mattina, due colonnine erano già state sradicate e buttate nell’erba (quella che si trovava sulla destra prima del semaforo venendo da Prati Fiscali, e quella sempre sulla destra venendo da Piazza Talenti poco prima dell’ultimo distributore, vicino i cassonetti). Non si sa se tali atti siano riconducibili al semplice vandalismo o si tratti piuttosto di un messaggio che la cittadinanza ha voluto mandare all’amministrazione; quel che è certo è che è diventato l’argomento più discusso a Talenti e a Cinquina e molti commentano: “Solo un modo per fare cassa”.

Un cittadino che si trovava a passare vicino a una delle colonnine di via Tor San Giovanni ha commentato: “Con tutti i problemi di questo quartiere, strade senza illuminazione, malavita, degrado, questi si inventano l’autovelox a Cinquina tanto per toglierci un po’ di soldi. Adesso Tor San Giovanni fa quasi ridere: non c’è niente, però ci sono le colonnine. E poi mi chiedo: qui i vigili a fare i controlli non ci sono mai.. ora che ci sono le colonnine, che secondo loro metteranno in riga gli automobilisti, verranno in zona ancora di meno?”.
Nel frattempo qualche colonnina è stata tempestivamente ripristinata: è il caso della colonnina di viale Jonio, vicino al distributore, buttata giù sabato e adesso di nuovo funzionante. Anche qui il duro commento di un automobilista che faceva benzina lì vicino: “Per sistemare un lampione, un marciapiede, o cose simili, interventi da poco insomma, bisogna aspettare mesi. Per queste colonnine nel giro di un giorno già sono intervenuti. Davvero assurdo”.

E molti nel frattempo si chiedono quale sia il reale rischio di prendere una multa. Per il momento non è stato ancora installato il cartello che segnala il rilevamento della velocità, e comunque le probabilità di prenderla saranno basse, vista la presenza di un solo autovelox, che verrà spostato di tanto in tanto da una colonnina all’altra. Precisiamo, però, che nella relazione che spiega il progetto c’è scritto: La stessa (cioè l’attività sanzionatoria) tuttavia è saltuariamente necessaria al fine di mantenere “credibile” il sistema agli occhi degli utenti della strada ed inalterata nel tempo la sua efficacia”.
Riguardo i contenziosi che possono nascere, nella relazione si sottolinea: “Grazie alla estrema visibilità delle cabine colorate (che consentono di rendere oggettiva la visibilità prevista dalla legge), il contenzioso che deriva dall’utilizzo del sistema VeloOk è assolutamente insignificante, sia dal punto di vista dei ricorsi alle sanzioni, sia dal punto di vista delle polemiche inerenti ai controlli”.
 

 

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

Torna su
RomaToday è in caricamento