MontesacroToday

Aggressione a Talenti: dura presa di posizione del Pd

L'opposizione tutta condanna il grave episodio di violenza di ieri notte. Richiesto l'immediato sgombero di via Val D'Ala dagli attivisti di Casapound, cui è stata ricollegata l'aggressione. Nel frattempo il Pd chiede un incontro con il Prefetto

In queste ore molti esponenti dell’opposizione municipale, comunale e provinciale hanno condannato l’aggressione subita dai sei ragazzi, mandando un monito al Sindaco Alemanno sulla situazione di tensione in cui si trova la Capitale e, soprattutto, il IV Municipio.

“E’ necessario fare subito chiarezza sull’episodio e sulle responsabilità. Da Alemanno non sono più accettabili prese di distanza formali e di circostanza mentre nella capitale l’intolleranza dilaga e continuano a verificarsi  aggressioni di stampo squadrista. A Roma si respira ormai un pericoloso clima d’impunità ed è ora che questa Giunta comunale  faccia  qualcosa di concreto affinché ambienti di estrema destra non trovino sponda in un’amministrazione che formalmente condanna ma poi resta a guardare mentre questi spadroneggiano in città”, hanno dichiarato il consigliere provinciale del PD Marco Palumbo e il consigliere comunale del PD Massimiliano Valeriani.

Forte presa di posizione anche dall’opposizione del Municipio, che chiede un incontro con il Prefetto. I consiglieri Pd Paolo Marchionne, Federica Rmapini e Giorgio Limardi hanno dichiarato: “L'aggressione squadrista ai danni di adolescenti in via Luigi Capuana è l'ultimo e più grave episodio che dimostra come la presenza di CasaPound abbia scatenato un clima di tensione e aggressioni squadriste nella zona. Sui problemi di ordine pubblico che il IV Municipio sta vivendo dopo l'occupazione della scuola elementare Parini da parte degli estremisti di destra stiamo chiedendo un incontro urgente al Prefetto di Roma, per mettere fine urgentemente questo clima di violenze intollerabili e sgomberare lo stabile di via Val D'Ala, 200 da dove le famiglie censite nei primi giorni sono andate via, per lasciare spazio ai soli militanti di CasaPound. Anche i residenti della zona nelle scorse settimane hanno distribuito un volantino per chiedere che il IV Municipio si muovesse per affrontare un problema, prima che la situazione arrivasse al punto di oggi, con ragazze e ragazzi tra 16 e 18 anni pestati a sangue da violenti, tra cui sono stati riconosciuti attivisti di CasaPound. Andremo di persona a portare la nostra solidarietà alle vittime di questo nuovo squadrismo, fino ad oggi sconosciuto in questi quartieri”.
 
Riccardo Corbucci, vicepresidente del consiglio del IV Municipio e Benedetto Fucà, coordinatore dei giovani democratici di Montesacro, hanno dichiarato in una nota: "Il Comune si assuma la responsabilità di espellere dal IV Municipio quelle aggregazioni di estrema destra che in queste settimane hanno portato un clima di violenza e di esasperazione, ottenendo l'avallo delle Istituzioni che in IV Municipio per voce di una consigliera del Popolo delle Libertà hanno persino avuto solidarietà. Non è bastata la presenza del Presidente Cristiano Bonelli alle celebrazioni del 25 aprile per abbassare i toni e stemperare il clima. L'unica soluzione è che la politica degli sgomberi tanta cara al Sindaco quando si tratta dei nomadi, venga applicata anche ai gruppi estremisti che si sentono liberi di utilizzare la violenza per le strade della nostra città".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • 8 dicembre, festa per l'Immacolata e Spelacchio a piazza Venezia: strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero a Roma: domani a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

Torna su
RomaToday è in caricamento