MontesacroToday

Talenti, parla il ragazzo aggredito: "Un'aggressione squadrista"

In consiglio la denuncia dei ragazzi aggrediti a Talenti. In cinque sono finiti in ospedale con prognosi da 3 a 7 giorni. Gli aggressori sarebbero estremisti di Destra

alim3772La seduta consiliare di questa mattina, in Viale Adriatico, è stata interrotta da molti ragazzi che sono intervenuti durante il Consiglio Municipale per denunciare l’aggressione della scorsa notte. A raccontare i fatti sono stati i responsabili di alcuni collettivi studenteschi e dell’Horus Project, tenendo una conferenza stampa proprio nell’aula consiliare dove è intervenuto anche uno dei ragazzi aggrediti. Gli aggressori si sono presentati a volto scoperto e proprio questo aspetto ha permesso agli aggrediti di riconoscerli e indicarli come appartenenti ai militanti di CasaPound che hanno occupato via Val D'Ala. L’opposizione ha preparato un ordine del giorno per discuterne in consiglio municipale e dalla Segreteria provinciale di Sel fanno sapere che è già pronta la lettera indirizzata al Prefetto con cui si chiede lo sgombero immediato di via Val D’Ala.

Valerio Renzi, membro dell’Horus Project ha denunciato l’episodio: “Aggressioni ai ragazzini di questo territorio che hanno l’unica colpa di fare politica a scuola. Questa notte a Talenti, mentre stavano su un muretto, 6 ragazzi, di cui 2 ragazze, sono stati aggrediti senza motivo solo perché uno di loro è stato riconosciuto come studente di sinistra. Ora ci sono tre persone all’ospedale. Alemanno e la sua giunta non possono continuare ad inquinare la vita civile, sociale e politica di questa città, questi personaggi se ne devono andare. Chiediamo all’amministrazione, Municipio, Provincia, un atto di responsabilità”.
 
alim3778A parlare poi è stato proprio uno dei giovani aggrediti, il ragazzo di Senza Tregua che gli aggressori avrebbero riconosciuto come esponente di sinistra: “Ieri sera alle 23.30 circa, in via Cecco Angiolieri presso un muretto che in genere è un luogo di ritrovo per i ragazzi del quartiere, una quindicina di militanti di Casapound Blocco Studentesco, molti dei quali volti noti in questo quartiere dell’occupazione di via Val D’ala, hanno aggredito con spranghe e bastoni un gruppo di studenti, fra i quali un militante di Senza Tregua e 5 studenti che non c’entravano nulla, e stavano semplicemente passando in compagnia la serata. Questi 5 studenti hanno un’età compresa fra i 16 e i 18 anni, due sono ragazze, e sono andati tutti in ospedale,con prognosi dai 3 ai 7 giorni (referto in foto a destra). Riteniamo che questa aggressione, come quelle che ci sono state in questi giorni in ogni parte di Roma, sia una responsabilità diretta del Sindaco Alemanno e della sua giunta. Riteniamo che sia così perché ogni volta che c’è stata una denuncia su quello che accadeva il Sindaco e la giunta comunale non hanno fatto altro che voltare la faccia e pensare ad altro, come per via Val D’Ala, che non è un’occupazione abitativa, è un covo per le squadracce  che girano in questa città. Quella che abbiamo vissuto ieri è stata una aggressione squadrista, ancora più grave se avviene a poche ore dal 25 Aprile, a poche ore dai manifesti vergogna che sono usciti in questa città. D’ora in avanti riteniamo che qualsiasi aggressione di questo tipo, a ragazzi che non hanno niente a che fare con la politica, siano da imputare direttamente a questa amministrazione comunale, che è davanti a un bivio: o essere corresponsabile di quello che accade, oppure operare in un certo senso. Chiediamo quindi lo sgombero immediato di via Val D’Ala. Noi di Senza Tregua continueremo la nostra lotta nelle strade e nei quartieri contro i fascisti”.

“Abbiamo preparato un ordine del giorno per sottoporre la delicata situazione al Consiglio: nell’atto facciamo riferimento alla preoccupazione per il crescente stato di tensione che si sta avvertendo”, spiega il Consigliere Pd Federica Rampini. Il Capogruppo del Pd in IV Municipio, Paolo Marchionne, che ha presentato l’Odg, sottolinea: “Oltre a condannare questo grave atto di violenza, vogliamo che i ragazzi aggrediti si facciano forza, denunciando gli aggressori così che vengano riconosciuti”.
Marina D’Ortenzio, membro della Segreteria provinciale di SEL, spiega : “Noi crediamo che in questo territorio si sia già pagato un tributo pesante per aggressioni di stampo fascista nel corso degli anni, è un territorio che è stato medaglia d’oro della Resistenza. Non vorremmo certamente rivivere quel periodo, in cui non si poteva uscire di casa da soli. Sinistra Ecologia e Libertà ha scritto una lettera al Prefetto in cui si chiede di sgombrare il Municipio dagli insediamenti di destra per ripristinare quel minimo di garanzie di libertà e democrazia che questo quartiere merita”.
Previsto per questo pomeriggio un corteo che partirà da Largo Valturnanche alle ore 17, per manifestare contro il grave episodio di violenza, e per chiedere lo sgombero dei locali di via Val D’Ala.
 
In una nota CasaPound Italia respinge le accuse: "CasaPound Italia non c’entra assolutamente nulla con l’aggressione che secondo i Collettivi sarebbe avvenuta nella notte a Talenti. Come al solito però gli antifascisti militanti non perdono occasione per fomentare l’odio e alimentare quella logica degli opposti estremismi nella quale sguazza chi cerca alibi ai propri comportamenti violenti e mafiosi".
 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • "Aperti per ferie", l'estate del Mercato Contadino Castelli Romani

I più letti della settimana

  • La figlia non risponde al telefono da due giorni, chiamano i carabinieri e la trovano morta

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Autobus in fiamme a piazza Cantù. I testimoni "Abbiamo sentito due esplosioni"

Torna su
RomaToday è in caricamento