MontesacroToday

Arresto Battisti, Raimo: "Non festeggio galera". Bufera sull'assessore di Montesacro

Lo scrittore firmò appello per la liberazione dell'ex terrorista rosso nel 2004: "Ergastolo andrebbe abolito"

Nel 2004 firmò un appello per Cesare Battisti, allora latitante in Brasile, oggi, con l'arresto dell'ex terrorista italiano attivo durante gli anni di piombo, non ha esitato nel confermare la sua posizione per la liberazione dell'uomo, membro dei Proletari armati per il comunismo (Pac), condannato all'ergastolo per quattro omicidi. E' bufera sull'assessore alla Cultura del Municipio III, Christian Raimo

L'assessore Raimo per la liberazioen di cesare Battisti

"Ho firmato quattordici anni fa un appello per la liberazione di Cesare Battisti. Ho conosciuto - ho lavorato insieme - a parenti di quelle che sarebbero le vittime di Cesare Battisti, ascoltato il loro dolore. Ho letto alcuni romanzi di Cesare Battisti e non mi sono mai piaciuti. Non ho mai festeggiato per la galera a qualcuno. Per me l'ergastolo andrebbe abolito, per me andrebbero abolite le galere. Se non Angela Davis, basta leggere quello che scrivono da anni Luigi Manconi o Stefano Anastasia, o ascoltare anche mezzo minuto di una canzone quasi a caso di De Andre'" - ha scritto Raimo su Facebook. "Si può rivendicare di essere esseri umani complessi, che hanno a cuore il valore della storia, della riflessione politica, e che, con una responsabilità istituzionale, o con un ruolo da intellettuali, non trasformano la storia di un paese in una faida di vendette incrociate" - ha poi aggiunto scatenando critiche e polemiche. 

Bufera sull'assessore del Municipio III

"È insopportabile leggere ancora cose come quelle scritte su Facebook da Christian Raimo. Insopportabile che questo delirio venga dalla penna di uno che insegna in un liceo. Quando smetteremo di dare ai nostri figli questi pessimi maestri? Il presidente del III Municipio di Roma Giovanni Caudo non ha niente da dire sulle esternazioni del suo assessore alla cultura?" - chiede la capogruppo di Forza Italia all'Europarlamento, Elisabetta Gardini. La Lega del Roma Montesacro ne chiede le dimissioni: "Firmò per Battisti, oggi è assessore. A casa!"

Il centrodestra chiede le dimissioni di Raimo

Fanno eco da Forza Italia. "Siamo esterrefatti dalle dichiarazioni dell'assessore alla cultura al terzo municipio di Roma Cristian Raimo. Esse sono di fatto una assoluzione del pluriomicida Cesare Battisti. Un assessore alla cultura che predica la chiusura delle carceri e l'abolizione delle pene per un reato che nel caso di Battisti è gravissimo dovrebbe non solo aver il buon gusto di tacere ma farebbe bene a dimettersi subito. E stupisce il silenzio assordante del presidente appena eletto del terzo municipio Caudo che così si rende complice di una indegnità" - scrivono in una nota il senatore Francesco Giro e il capogruppo in Regione Lazio, Antonello Aurigemma. 

Ma non solo esponenti politici. Quasi milletrecento i commenti al post di Raimo, quasi tutti di condanna. "Lei non può fare l'assessore, si dimetta oggi stesso, in rispetto della costituzione della Repubblica Italiana" - scrive Emanuele P.

Poi è un susseguirsi di "Vergogna", "Cialtrone", "Buffone". "Un post che esalta il trionfo dell'illegalità" - commenta Massimo B.

Altri auspicano l'allontanamento dalla Giunta di Montesacro. Da Piazza Sempione però il minisindaco Giovanni Caudo rimane, per ora, in silenzio. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento