MontesacroToday

Prostituzione, la commissione Servizi Sociali dice no ad una legge

La commissione ha bocciato l'ordine del giorno sul tema presentato dal consigliere PD Riccardo Corbucci. La prossima settimana ci sarà un consiglio sull'argomento. Corbucci - Palumbo: "Il centro destra certifica la propria contrarietà alla legge"

La Commissione Servizi Sociali del IV Municipio ha dato parere negativo all'ordine del giorno, presentato dal consigliere del Pd Riccardo Corbucci, che chiede al governo e al Parlamento di approvare una nuova legge nazionale contro la prostituzione su strada. La legge dovrebbe avere lo scopo di colpire lo sfruttamento e la tratta delle donne, mettendo al contempo gli enti locali e le forze dell'ordine nelle condizioni di poter intervenire con mezzi idonei. Lo comunica in una nota lo stesso Corbucci.

A votare contro i consiglieri del Pdl Alfredo Arista, Emiliano Bono e Lina Tancioni, insieme con il capogruppo del misto Alfredo D'Antimi. A favore la consigliera del Partito Democratico Federica Rampini.

"Finalmente il centrodestra in IV Municipio certifica la propria contrarietà alla richiesta di una nuova legge nazionale che vieti la prostituzione in strada" commenta Riccardo Corbucci, vicepresidente del consiglio del IV Municipio. "La maggioranza di centrodestra del IV Municipio - continua Corbucci - ha espresso il proprio parere contrario in commissione Servizi Sociali su un atto richiesto e concordato con la cittadinanza, con i comitati di quartiere e con commercianti e albergatori di via Salaria e via dei Prati Fiscali".

"Le ordinanze del sindaco sono state inefficaci e costose" continua Marco Palumbo, consigliere provinciale del XXI collegio "aspettavamo al varco Bonelli e la sua maggioranza che con il voto di oggi ci hanno fatto capire che non vogliono sollecitare il Presidente del consiglio e il proprio Governo ad approvare una nuova legge nazionale. Quindi per l'ennesima volta solo chiacchiere e promesse e nessun fatto concreto".

"L'ordine del giorno sarà comunque messo in discussione, nonostante il parere negativo, la prossima settimana. In occasione del dibattito siamo certi che i cittadini del IV Municipio colpiti dal fenomeno si faranno ascoltare e parteciperanno numerosi al consiglio municipale" concludono Palumbo e Corbucci.

Cristiano Bonelli. Il presidente del IV Municipio in occasione del blitz effettuato dagli agenti del commissariato Fidene contro il fenomeno della prostituzione aveva mostrato di essere d'accordo con l'introduzione di una legge nazionale. "L'ordinanza antiprostituzione - affermava Bonelli - si è rivelata un efficace strumento di intervento che, però, ora necessita, per incidere ancor più in profondità, di un supporto legislativo chiaro anche perchè, come emerge dalle prime rilevazioni delle psicologhe, le ragazze in strada appaiono essere pienamente coscienti e consapevoli del loro 'mestiere' e non intendono cambiarlo". "Per questo - concludeva Bonelli - dobbiamo affiancare al controllo del territorio e all'ordinanza del Sindaco provvedimenti di tipo legislativo''.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento