MontesacroToday

Prati Fiscali a luci rosse, rapporti sessuali sotto alle finestre

Un residente ha immortalato due giovani intenti a fare del sesso sulla rampa di un garage: si riaccende l'indignazione del quartiere vessato dalla prostituzione

Al calar del Sole Prati Fiscali si trasforma in una delle vie del sesso a pagamento, decine le prostitute che popolano i marciapiedi: giovanissime su tacchi vertiginosi e dentro mini abiti si muovono in modo sinuoso e provocante ai bordi della strada.


La prostituzione invade il quartiere e le ‘lucciole’ esercitano il proprio mestiere proprio sotto le finestre delle abitazioni: una condizione già denunciata dai residenti, stufi di rinvenire al mattino lingerie e profilattici usati sulle rampe dei propri garage.


Una situazione ormai divenuta insostenibile con la vita dei residenti condizionata dalla presenza delle meretrici, i cui sfruttatori sembrano ormai essere padroni della via sin dalle prime ore della sera.


Genitori indotti a trovare spiegazioni per i propri figli che chiedono lumi sulla costante attesa di ‘quelle signorine’, negozianti impegnati al mattino a raccogliere i lasciti di notti brave e residenti costretti ad assistere dalla finestra a scene poco edificanti.


Proprio nei giorni scorsi un abitante ha immortalato due giovani che stavano consumando un rapporto sessuale nella rampa del garage di un noto negozio del quartiere, il tutto è accaduto all’altezza del civico 201 poco dopo quella stessa rampa dove altri residenti avevano rinvenuto un abitino succinto e maculato oltre ad alcuni condom usati.


Sulla vicenda è intervenuto il capogruppo del PdL, Cristiano Bonelli: “Questo è il risultato di una mancata presa di posizione da parte dell’amministrazione municipale.  Non che prima non accadesse – ha specificato l’ex minisindaco – ma queste sono le conseguenze dirette dell’immobilismo e la conferma che occorre un intervento fermo e immediato per arginare il fenomeno che ormai dilaga sotto alle case dei residenti, costretti ad immortalare e denunciare queste situazioni che sono molto più che degrado. Constatato ciò abbiamo dunque anche un motivo in più – ha concluso Bonelli – per andare a firmare il referendum per l’abrogazione parziale della legge Merlin”.


Cresce dunque l’indignazione per una situazione che al momento sembra non avere soluzioni: la legislazione non consente interventi che possano sradicare in modo definitivo il fenomeno, i pattugliamenti delle forze dell’ordine sono un deterrente troppo debole, impraticabile invece la chiusura della strada tanto agognata dagli abitanti.

Così Prati Fiscali sembra essere destina a diventare una via a luci rosse. Un destino al quale i residenti però non vogliono arrendersi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

Torna su
RomaToday è in caricamento