MontesacroToday

Sicurezza, sei Osservatori per quattordici Municipi. Montesacro reclama: "Periferie penalizzate"

Il Campidoglio ha rilanciato gli Osservatori territoriali: saranno sette in tutto, uno dedicato solo al Centro Storico. Marchionne-Sciascia: "Rischio caos e conflitto competenze, è strumento azzoppato"

In materia di Sicurezza a Roma tornano gli Osservatori territoriali nei Municipi. Coordinare le forze dell’ordine presenti sul territorio e soprattutto intervenire in modo mirato sulle criticità dei vari quartieri in base alle segnalazioni dei cittadini: questa la finalità del protocollo d’intesa siglato da Roma Capitale, prefettura e forze dell’ordine, che mira a ripetere, su scala locale e nei Municipi, l’assetto del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. 

7 OSSERVATORI PER 15 MUNICIPI - Ma a differenza degli anni passati, con il modello lanciato dal Prefetto Gabrielli, non vi sarà più un osservatorio per municipio: mediante l’accorpamento delle aree geografiche di intervento sono infatti sette in tutto gli Osservatori territoriali individuati. 

RECLAMA IL MUNICIPIO III - Una variazione non di poco conto se si pensa che alcuni Municipi della Capitale, per estensione e popolazione, possono essere paragonati a vere e proprie città medie italiane. E' il caso del Municipio III con i suoi 204mila abitanti circa su 97,818 km². Ed è proprio dal Montesacro, con pure il supporto del vicino Municipio IV, che le opposizioni targate Pd reclamano. 

OSSERVATORI "AZZOPPATI" - "Finalmente la Sindaca di Roma Virginia Raggi si è ricordata di quanto sia importante dialogare e stringere la collaborazione con le Forze dell'Ordine per contrastare i fenomeni di criminalità sul territorio cittadino. Peccato che ancora una volta i municipi più periferici della città risultino penalizzati" - hanno scritto in una nota gli ex minisindaci del Municipio III e IV, Paolo Marchionne ed Emiliano Sciascia definendo i neo Osservatori per la sicurezza "azzoppati rispetto al passato". 

PERIFERIE PENALIZZATE - "Infatti - spiegano i due consiglieri del Pd - se solo per il territorio del Municipio I, quello del centro storico, sarà istituito un osservatorio apposito, per i restanti municipi dovremo accontentarci di strutture in condominio tra diversi territori. Saranno infatti istituiti 6 Osservatori per i restanti 14 Municipi della Capitale, quelli con maggiore estensione e variegate problematiche riguardanti il campo della sicurezza e della capacità d'intervento per il personale delle Forze dell'Ordine. Dopo la delibera sulle sale slot, un'altra scelta che privilegia il centro storico, che certo ha la sua importanza, ma non scapito del resto della città. Una bella differenza - incalzano Marchionne e Sciascia - con quanto promesso in campagna elettorale". 

I due ex minisindaci sottolineano poi come siano "ancora una volta" le periferie della città a risentire di una mancanza di attenzione da parte della Sindaca Raggi, "territori come San Basilio o Valmelaina necessitano di un osservatorio dedicato in grado di affrontare e monitorare quanto avviene, così come sono stati gli osservatori istituiti da Gabrielli". 

Difficile, secondo i due Dem , trovare una sinergia con le forze dell'ordine se si affrontano contemporaneamente problemi di sicurezza di quadranti molto diversi della città "così come risulta complicato affrontare in maniera univoca il tema dell'espansione delle sale slot". 

RISCHIO CAOS E CONFLITTO COMPETENZE - Il rischio poi è quello di generare conflitto di competenze, sovrapposizioni e dunque caos: "Mettere insieme i problemi di più municipi tra loro significherà sovrapporre anche diversi commissariati di polizia e stazioni dei carabinieri, che hanno competenze su territori tra loro diversi, con il rischio di aggiungere confusione a confusione". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SPOT ELETTORALE - "Se questa è l'idea della Sindaca su come affrontare i temi delle periferie, dove largo è stato il consenso del M5S, allora - concludono Marchionne e Sciascia -significa che ancora una volta si procede a colpi di spot elettorali, senza aggredire direttamente i problemi della città".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Tragedia a Roma: trovato nella sua auto il corpo senza vita di Rocco Panetta

Torna su
RomaToday è in caricamento