MontesacroToday

Defibrillatori e cittadini 'salvavita': così il Montesacro vuole essere "cardioprotetto"

Il progetto della NSA Roma Nord vincitore di un bando regionale: in Municipio III arrivano kit e corsi di formazione. Si inizierà da uffici pubblici, scuole e mercati

Quindici defibrillatori distribuiti nei punti più frequentati del territorio, intorno una squadra di cittadini formati e informati: il Municipio III punta ad essere "cardioprotetto"

Il Municipio III punta ad essere cardio protetto

"Il progetto Municipio CardioProtetto risponde alla necessità di mettere in atto prestazioni tese alla promozione della salute, alla prevenzione, all’individuazione, alla rimozione e al contenimento di decessi da arresto cardiaco" - spiegano dalla NSA Roma Nord che, in collaborazione con la Tiziano Servizi e Formazione, il Centro Medico Tiziano e l’adesione del Municipio Roma III Montesacro, ha partecipato e vinto un bando della Regione Lazio con l’obiettivo di iniziare a porre le basi per rendere appunto il Roma Montesacro CardioProtetto.

Defibrillatori da Piazza Sempione al Tufello

Così da Piazza Sempione al Tufello, ma anche Valmelaina e Talenti arriveranno defibrillatori e kit: i primi saranno installati nelle sede municipali, nei mercati rionali, in qualche scuola e centro anziani. 

Spazi pubblici che saranno dunque dotati di strumenti in grado, in tanti casi, di poter salvare la vita. 

La riscossa di Prati Fiscali riparte dai commercianti: "Presto anche defibrillatore su strada" 

I cittadini volontari "salva vita"

Ma non solo. L’arresto cardiaco, spesso, non avviene in maniera fulminante, pertanto si possono applicare alcune manovre per aumentare i tempi e le possibilità di sopravvivenza.

In questi casi occorre agire con prontezza di riflessi e velocità  per mantenere in vita una vittima da arresto cardiaco fino all’arrivo dei soccorsi. 

Per questo il progetto della NSA Roma Nord prevede anche la formazione di cittadini volontari e di dipendenti di enti pubblici e privati, riconosciuti e identificabili tramite una lista pubblica e tesserini nominali, insieme ad un’informazione capillare sul territorio.

Una vera e propria rete di cittadini 'salvavita' in un'area vasta come quella del Terzo. 

La mappa dei defibrillatori a portata di click

A supporto anche la tecnologia e la localizzazione dei defibrillatori. Nel Municipio III sarà infatti disponibile anche un adesivo con QRCode dinamico che, fotografata l’immagine, collegherà l’utente alla mappa dei DAE (Defibrillatori Semiautomatici Esterni - adulto e pediatrico) presenti in municipio.

Basterà cliccare su una delle icone presenti per avviare automaticamente il navigatore di Google Maps verso quello selezionato.

Formazione su manovre e uso defibrillatori 

"Il progetto conta di coinvolgere la cittadinanza attiva allo scopo di offrire a tutta la comunità un servizio salvavita. Oltre ad essere innovativo nel merito, il progetto Municipio CardioProtetto lo è anche nel modo, in quanto i cittadini partecipanti alla formazione - ha sottolineato NSA Roma Nord - saranno punti di riferimento per tutti gli altri e portatori di un esempio di cittadinanza partecipativa alla funzione di pubblica utilità". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I defibrillatori a Montesacro sono già arrivati: le prime installazioni previste tra fine maggio e inizio giugno. Perchè talvolta strumenti e persone pronte e preparate possono davvero salvare la vita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nella Capitale 59 nuovi casi: picco a Roma sud est. Isolata casa di riposo

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

Torna su
RomaToday è in caricamento