MontesacroToday

"Troppo vicino alle coop e gestione rom": FdI chiede sfiducia per Assessore Sartiano

In Municipio III la mozione per il ritiro delle deleghe all'Assessore ex dipendente della coop Bottega Solidale. Sartiano: "Nessun conflitto d'interesse, rapporto lavorativo concluso ad ottobre 2015"

Troppo vicino, in quanto ex dipendente, ad una delle Cooperative che da sempre operano nel mondo legato ai campi rom e al terzo settore in generale, probabilmente una di quelle che partecipa al bando per la gestione del nuovo campo di Roma nord: quello che dovrebbe arrivare, e di cui si è persa traccia, nel Municipio XV o limitrofi, il XIV o appunto proprio il III. 

'POSIZIONE IMBARAZZANTE' - "Una posizione imbarazzante mai chiarita e che rischia di gettare ombre sulla trasparenza dell'istituzione del Municipio III". Questa in estrema sintesi la contestazione di Fratelli d'Italia all'Assessore alle Politiche Sociali del Roma Montesacro, Giuseppe Sartiano, ex dipendente della Coop Bottega Solidale, per il quale il partito di Giorgia Meloni ha chiesto la sfiducia. 

TROPPI DUBBI SULL'ASSESORE - "Un documento presentato in seguito alle notizie di stampa secondo cui l'assessore alle Politiche Sociali sarebbe delegato de facto dell'Assessore Capitolino alla gestione delle emergenze Rom" - ha spiegato il consigliere di FdI in Municipio III, Emiliano Bono. "Non è chiaro se poi la struttura sociale diretta da Sartiano risieda nello stesso posto della solita cooperativa. Troppi dubbi e troppe vicissitudini sembrerebbero legare Sartiano al mondo delle cooperative che gestiscono a peso d'oro i campi Rom" - ha proseguito il consigliere di FdI a Piazza Sempione chiedendo all'esponente della Giunta Capoccioni di chiarire in Aula. "Non possiamo minimamente permettere che venga gettata l'ombra sulla trasparenza dell'istituzione municipale". 

MOZIONE PER RITIRO DELEGHE - Nella mozione presentata da Fratelli d'Italia si chiede infatti alla Presidente del Municipio III, Roberta Capoccioni, di ritirare le deleghe a Sartiano "almeno fino a quando l'Assessore non si decida di chiarire pubblicamente e nell'Aula del Municipio la sua posizione in merito alla vicenda". 

POSIZIONE CHIARITA SETTIMANE FA - Eppure Sartiano, già diverse settimane fa, aveva in qualche modo precisato il suo rapporto con la Bottega Solidale: "Appare opportuno evidenziare che il mio rapporto di collaborazione con la Coop Bottega Solidale si è concluso nell'ottobre 2015: ossia - ha sottolineato da Piazza Sempione - molto prima che la mia nomina ad assessore per le Politiche Sociali del Municipio III potesse anche solo essere concepibile". Da qui la sottolineatura circa  l'insussistenza di conflitti d'interesse "che - aveva scritto Sartiano - possano gettare dubbi sull'operato di tutti i soggetti coinvolti in quello che è il primo bando dopo mesi" sui campi rom.

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

Torna su
RomaToday è in caricamento