MontesacroToday

E rimozione fu: dopo reclami e roghi Montesacro saluta il cimitero degli scooter

Via le carcasse di motorini che per mesi hanno invaso un tratto di via Abetone. Bugli (Pd): "Fatica di Ercole in città in cui bando viene sbagliato sei volte"

Montesacro ha finalmente salutato il suo cimitero degli scooter: dopo mesi di reclami da parte dei residenti e pure un rogo che ha coinvolto le carcasse abbandonate sotto le finestre di via Abetone, il Municipio III è riuscito a far rimuovere quella decina di rottami segnalata a più riprese dal quartiere. 

Il cimitero degli scooter di Montesacro

Un angolo di degrado nel cuore di Montesacro, appena dietro piazza Monte Baldo: una vera e propria discarica di carcasse nel tempo mai rimossa, cresciuta insieme a sporcizia e al malessere di quanti a più riprese avevano denunciato condizioni pietose e rischi. 

Pericolo che si è concretizzato proprio a metà settembre quando il cimitero degli scooter è stato investito da un rogo: le fiamme hanno lambito la palazzina adiacente investendo completamente il motore dell'aria condizionata di una delle attività commerciali della zona. Solo il tempestivo arrivo dei Vigili del Fuoco ha evitato danni maggiori. 

Senza bando rimozioni arenate

A pesare su quel tratto di via Abetone, ostaggio fino a ieri della discarica degli scooter, l'assenza del bando per le rimozioni e la burocrazia infinita con Piazza Sempione a scontrarsi per mesi con l'uno e con l'altra alla ricerca di una deroga per quel servizio arenato da anni. 

"Sono fiducioso che presto, prestissimo, la Polizia Locale in accordo con il comando centrale di Roma Capitale si attiverà per la rimozione delle carcasse utilizzando le risorse e il servizio messo a disposizione dall'amministrazione del Municipio" - aveva scritto il minisindaco del Municipio III, Giovanni Caudo all'indomani dell'incendio. 

Due mesi dopo l'epilogo tanto agognato da Montesacro: il cimitero degli scooter è stato rimosso. 

La "fatica di Ercole" del Municipio III

Da Piazza Sempione il plauso all'operato dell'assessore Francesco Pieroni, con delega a Lavori Pubblici, Manutenzione, Rifiuti e gestione del Verde: "La rimozione in via Abetone potrebbe sembrare una cosa banale. Effettivamente in una città normale lo sarebbe, ma a Roma grazie all'incapacità di chi la governa dal Campidoglio da tre anni a questa parte davvero non lo è. Con un lavoro incredibile l'assessore Francesco Pieroni - ha scritto Yuri Bugli, consigliere del Pd - è riuscito a risolvere un problema che si trascinava da mesi, forse anni. Un lavoro incredibile per rimuovere le carcasse dei motorini da via Abetone. Sì, perché in una città in cui l'amministrazione capitolina riesce a sbagliare per sei volte, sei, il bando per la rimozione delle vetture non assegnandolo - ha concluso - rimuovere dei motorini abbandonati su una strada da qualche incivile diventa un compito mastodontico. Una delle fatiche di Ercole". 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Salvata dalla sfiducia, ma ancora in bilico: per Montanari spunta l'ipotesi commissione "badante"

  • Attualità

    Emergenza gelo: allo studio un'ordinanza per obbligare i senza tetto ad accettare l'accoglienza

  • Cronaca

    Ucciso in corso d'Italia da pirata della strada: rintracciata l'investitrice di Nereo Murari

  • Politica

    Sgomberi, venerdì nuova protesta in Prefettura. Unione Inquilini: "Gli sgomberi senza alternative sono illegali"

I più letti della settimana

  • Centocelle, quartiere sotto shock: 16enne muore in piazza dopo aver bevuto un drink

  • Scontro Raggi Salvini sulla sicurezza, l'ira di Di Maio contro la sindaca: "Per Roma stiamo facendo l'impossibile"

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e le fasce di garanzia

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 13 gennaio

  • Magliana: spari davanti un asilo nido, un uomo colpito alla testa. Ferita anche la compagna

Torna su
RomaToday è in caricamento