MontesacroToday

Ciclabile Montesacro: sgomberata favela a ridosso del fiume Aniene

Sei le baracche abbattute, cinque le persone identificate. Le operazioni seguono lo sgombero di altri insediamenti nel vicino parco delle Valli

L'insediamento abusivo sgomberato sulla pista ciclabile di Sacco Pastore

Prima il parco delle Valli poi la pista ciclabile di Sacco Pastore. Cambia la sponda dell'Aniene ma non lo scenario. E' di venerdì mattina un blitz interforze che ha portato alllo sgombero di una favela sorta fra i canneti a ridosso del fiume sul percorso della pista ciclabile di Sacco Pastore, nel III Municipio Montesacro. 

L'intervento intorno alle 7:00 del 7 febbraio da parte di circa una trentina di uomini del commissariato Fidene Serpentara, del Reparto Prevezione Crimine della Polizia di Stato, unitamente agli agenti del III Gruppo Nomentano, dei Pics della Polizia Locale di Roma Capitale, dei tecnici di RFI, del Dipartimento Ambiente e volontari della Protezione Civile in via dei Campi Flegrei.

Intervenuti sul posto gli agenti hanno trovato una vera e propria favela, composta da sei baracche a formare un insediamento abusivo nascosto dalla vegetazione. All'interno delle dimore di fortuna, allestite con materiali di risulta quali tavole di legno, teli di plastica, lamiere, cartoni ed altro materiale, sei persone, tutte di nazionalità romena. Identificate al momento del blitz, i senza fissa dimora hanno rifiutato l'assistenza dei servizi sociali allontanandosi poi dall'area sgomberata a ridosso del fiume Aniene. 

Da qui le operazioni di sgombero dell'insediamento abusivo, in attesa dell'eventuale intervento dell'Ama per bonificare e ripulire i materiali abbattuti nel corso dello sgombero, fondamentale affinchè i dimoranti dell'area non possano riutilizzare i materiali rimasti sul posto per ridare vita ad un nuovo insediamento abusivo. 

Un intervento che segue di una settimana un altro blitz simile, attuato sempre su impulso del Questore di Roma Carmine Esposito nella vicina area del parco delle Valli. Una favela più grande, quella sgomberata nell'area verde che delimita il confine fra il II ed il III Municipio. 

In quel caso ad essere sgomberata è stata un'area di circa 3 ettari, compresa tra il parco ed il ponte delle Valli. Un insediamento abusivo indicato nel tempo dagli abitanti del quartiere che, con le loro segnalazioni, hanno fatto emergere il problema, con successivo intervento. Quasi 5 (4,5) le tonnellate di materiale abbattute. 

VIDEO | Sgomberato insediamento abusivo: le immagini 

Come nell'area del parco delle Valli, anche nella zona della ciclabile di Sacco Pastore, una volta messa in sicurezza tutta l’area, personale del servizio Giardini del III Municipio ha provveduto a ripristinare lo spazio verde mentre il personale R.F.I. protezione aziendale, nei prossimi giorni provvederà alla rimozione e al successivo trasferimento dei materiali inerti utilizzati per approntare i micro insediamenti, presenti a ridosso del ponte ferroviario che attraversa l'area del parco e della pista ciclabile. 

Nello stesso ambito i servizi sono stati estesi anche in via Giovanni Conti, all’esterno del mercato rionale Val Melaina per contrastare il fenomeno dell’antiabusivismo commerciale da parte di cittadini extra comunitari presenti in pianta stabile nell’area.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Coronavirus Roma: "Scuole chiuse? Fake news". Mezzi pubblici, via alla sanificazione

Torna su
RomaToday è in caricamento