MontesacroToday

Il TMB Salario è ormai una discarica: miasmi pestilenziali da Fidene a Saxa Rubra

Soffoca l'asse Salaria, il fetore arriva anche a Labaro. I residenti: "E' in ballo la nostra salute"

TMB Salario al collasso, strade invase dai rifiuti e miasmi a infestare l'aria di buona parte del quadrante nord della città. Non si respira a Villa Spada così come a Fidene e Serpentara.

Ma non solo: nei giorni scorsi il fetore emanato dall'impianto Ama per il trattamento dei rifiuti ha toccato anche la periferia del Municipio XV con la parte bassa di Labaro e Saxa Rubra alle prese con odori nauseabondi e vomitevoli.

Il TMB Salario al collasso

"Il TMB Salario è di nuovo al collasso. Non riesce a trattare la quantità di rifiuti che giornalmente arrivano nell`impianto. Una delle tante promesse elettorali della Raggi e della ex presidente Capoccioni del III municipio era quella di chiuderlo, ma gli impegni M5S sono come gli afrori che si disperdono nell`aria. Dopo la campagna elettorale delle comunali la promessa non è stata rispettata, anzi quell`impianto è stato ingolfato dalla massa di TMB perchè gli impianti in progettazione previsti dalla giunta di centrosinistra sono stati bloccati e le altre regioni non vogliono più i rifiuti di Roma" - scrive in una nota la consigliera del Pd capitolino Ilaria Piccolo, denunciando come ad oggi "non esista neanche uno straccio di progetto, una idea concreta su cosa si debba fare per risolvere la situazione critica di chi vive vicino all`impianto".

Un incubo lungo oltre sette anni

E a pagare le conseguenze di un sito traboccante di indifferenziata, calato nel 2011 nel bel mezzo di case, uffici e scuole, sono i cittadini. Non bastano nasi turati e finestre serrate: la puzza filtra invadendo abitazioni e vita quotidiana. Un incubo lungo oltre sette anni per quella parte di città che, tra mobilitazioni e incontri, chiede la chiusura del TMB.  

"L’aria è diventata irrespirabile, nei quartieri di Nuovo Salario , Serpentara, Fidene e Settebagni ogni sera e mattina bisogna restare con le finestre chiuse per evitare di intossicarsi, la nostra salute è a rischio. Bisogna trovare un’alternativa valida al TMB in via Salaria" - si legge sulla petizione online.

Il grido d'allarme: "Il TMB ci avvelena"

L'ennesimo grido d'aiuto del territorio. "L'impianto Ama Salario deve essere chiuso perché i miasmi che produce sono pestilenziali e causano disagi e malesseri fisici oltre a condizionare tutte le attività all’aperto. La puzza - sottolinea una dei membri del Comitato di Villa Spada che da anni si batte contro l'impianti di trattamento meccanico biologico - è solo un campanello d'allarme di ciò che respiriamo. E' in ballo la nostra salute e la salute non si tutela riducendo le tonnellate e riducendo la puzza perchè il problema non è la puzza ma ciò che noi e i nostri figli respiriamo tutto il giorno, 365 giorni l'anno".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

Torna su
RomaToday è in caricamento