MontesacroToday

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Frana a Castel Giubileo, Raggi: "Attivato protocollo hotel solidali per i residenti. Ecco cosa stiamo facendo per rischio idrogeologico"

La sindaca si è recata sul posto assieme al presidente del Municipio Giovanni Caudo. Sette le persone a cui verrà fornito un alloggio provvvisorio

 

Hotel solidali per le persone rimaste fuori casa e senza una sistemazione. Lo ha annunciato la Sindaca Raggi arrivata a Castel Giubileo dove stamattina ha franato un costone danneggiando una palazzina di quattro piani. "I vigili del fuoco e la protezione civile stanno svolgendo gli accertamenti. In questo momento è prematuro dare una descrizione, se non che questa mattina presto c'è stato lo smottamento della parte di un costone con il danneggiamento di alcune abitazioni". 

Il costone è crollato poco dopo le 5:30 di giovedì 16 gennaio sulla salita di Castel Giubileo, a Roma nord. Qui, presumibilmente a causa della rottura di una conduttura idrica, parte di una collina è franata su una palazzina con fango e detriti che, oltre ad aver danneggiato l'immobile, hanno bloccato 11 persone nelle loro rispettive case. Poi l'intervento dei soccorritori che li hanno fatti uscire dai rispettivi appartamenti. 

"Al momento le persone sono uscite da casa - ha spiegato ancora Raggi -, stiamo attivando il protocollo Hotel solidali per ospitare da stanotte tutte le persone che non hanno una sistemazione alternativa. In questo momento non abbiamo maggiori informazioni".

La Sindaca ha poi sottolineato quando l'amministrazione pentastellata stia facendo sulla questione del rischio idrogeologico: "Stiamo investendo molto sulla tutela e sugli interventi per preservare la nostra città dal rischio idrogeologico. Ricordiamo tutti gli interventi che stiamo facendo ai "Villini" in V Municipio per consolidare le cave sotterranee. Tutti interventi nei quali si è investito poco nel passato nono solo a Roma Capitale, come ai Colli della Farnesina". 

"Purtroppo in Italia il tema del rischio idrogeologico è stato un po' sottovalutato negli anni scorsi. Mi sembra ci sia una inversione di tendenza. In questo momento ci stiamo focalizzando su questa situazione per cercare di creare il minor disagio alle persone e mettere in sicurezza l'area". 

"Ci sono una serie di cavità a Roma che sono state mappate - ha concluso Virginia Raggi - ci sono colli e colline sui quali c'è la progettazione d'intervento di consolidamento. I nostri Dipartimenti hanno un quadro abbastanza chiaro e definito. Si sta intervenendo e progressivamente recuperemo tanti anni di mancati interventi"

Prima della Sindaca sul posto si è recato anche il presidente del III Municipio Montescaro Giovanni Caudo: "Dei rilevatori laser per monitorare la stabilità del costone sovrastante le abitazioni. E’ quanto è stato deciso, poco fa, dopo il sopralluogo effettuato dai geologi della Protezione Civile di Roma Capitale. I controlli partiranno oggi stesso". 
 
"La sindaca Virginia Raggi  -
aggiunge Caudo - ha fatto un sopralluogo, incontrando le famiglie sfollate e rassicurandole sull'impegno di una soluzione alloggiativa il più prossima possibile alle loro case dichiarate inagibili. Perché ciò avvenga è importante rimuovere i detriti e mettere in sicurezza il costone. A tal proposito, è fondamentale accertare la proprietà del terreno e dell'edificio che sovrasta le abitazioni da cui è scivolato il fango e che dovrebbe essere di proprietà dell’INPS".

"Per accelerare i tempi di intervento, ho contattato l’Istituto chiedendo un intervento immediato. Il responsabile della gestione del patrimonio ha risposto effettuando subito un sopralluogo. Come Municipio - conclude Caudo - chiediamo che venga messo in sicurezza il costone rimuovendo il terreno che può provocare altre frane, che venga rimosso il fango che ostruisce l'ingresso alle case e venga data la possibilità alle persone di rientrare quanto prima nelle loro abitazioni". 

Copyright 2020 Citynews

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento