Montesacro Today

Viadotto dei Presidenti, via le transenne "provvisorie" da tre anni: tornano i tombini

Dopo il saccheggio di oltre trenta chiusini da Colle Salario alla Bufalotta al via il ripristino. Il M5s di Piazza Sempione esulta: "Cerniera e blocco contro i furti"

Da Colle Salario alla Bufalotta senza risparmiare gli svincoli verso Serpentara e Valmelaina così come le rampe dell'inversione di marcia e i marciapiedi: saccheggio senza precedenti per il Viadotto dei Presidenti nel tempo privato di oltre trenta tombini e per anni rimasto con new jersey e transenne a tappare i buchi e rimediare "provvisoriamente" ai danni lasciati dai predoni di metalli. 

Soluzioni non proprio temporanee visto che abitanti della zona e automobilisti, dalla fine del 2013, hanno dovuto attendere oltre tre anni e l'arrivo dei Cinque Stelle per assistere al ripristino dei tombini trafugati.

Una questione alla quale Piazza Sempione ha lavorato sin dal gennaio scorso: "Si richiede di intervenire con la massima sollecitudine per il ripristino dei chiusini sottratti lungo il Viadotto dei Presidenti in quanto le transenne posizionate per delimitarli sono fonte di pericolo e di degrado per gli automobilisti che vi transitano" - scriveva la minisindaca Capoccioni l'11 gennaio scorso al Dipartimento SIMU.

Da quella lettera sono passati poco più di due mesi prima che la ditta incaricata procedesse alla posa dei primi nuovi tombini. "Siamo abituati a lavorare senza fare clamore. Siamo abituati a presentare i risultati e non a fare promesse. Abbiamo iniziato a mettere i chiusini che tre anni fa sono stati rubati a causa del metallo di cui erano composti. Questi appena istallati sono provvisti di cerniera e blocco per evitarne furti" - hanno scritto dal M5s del Municipio III ringraziando gli uffici preposti per la fattiva collaborazione.

I lavori relativi alla posa dei nuovi tombini sul Viadottto dei Presidenti, fanno sapere da Piazza Sempione, termineranno entro questa settimana.

Dopo tre anni di transenne, nastri e new jersey ai lati delle corsie i quattro chilometri tra il Gronchi e il Saragat, rimasti orfani dei tombini, si apprestano dunque a tornare alla normalità: e dopo i chiusini appare necessario iniziare a pensare al ripristino del manto stradale, in più punti davvero malconcio e dissestato.  
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Colli Aniene: si ribalta una gru, operaio 57enne muore schiacciato

    • Economia

      Da Alitalia nuovo colpo per l'occupazione di Fiumicino e Roma: 10.000 lavoratori a rischio

    • Politica

      Raggi visita Ostia: "Che eccellenza il Polo Natatorio! Ora giù il Lungomuro"

    • Cronaca

      Castro Pretorio, 20enne trascinata dietro ai cassonetti e violentata da due uomini

    I più letti della settimana

    • Incidente mortale sulla Salaria: donna investita da auto muore in ospedale

    • "Per i malati di Alzheimer un villaggio alla Bufalotta"

    • A Serpentara spartitraffico e rotatorie come savane: abitanti furiosi

    • Mercatino del rovistaggio a Valmelaina, arriva presidio fisso: ma l'alba è tra il ciarpame

    • La "cura" di volontari e street artists: così i giardini di Stazione Jonio riaprono le porte

    • TMB Salario tra incidenti e miasmi, Montanari: "Incontrerò cittadini". I Comitati: "Nessuno ci ha invitati"

    Torna su
    RomaToday è in caricamento