giovedì, 27 novembre 14℃


Cronaca della "calda seduta" su via Salaria 981. I cittadini: "Basta teatrini, siamo esasperati"

Discussa in consiglio municipale la mozione presentata dal Pd per chiedere un intervento urgente sull'impianto Ama. Presenti molti cittadini

Francesca Divetta 4 ottobre 2011
20

Si è riunito ieri pomeriggio il Consiglio del IV Municipio, convocato per trovare e discutere una possibile soluzione ai forti disagi causati dai cattivi odori provenienti dall’impianto Ama di via Salaria 981.

“Una mozione che abbiamo presentato per forzare la discussione in Consiglio municipale e affrontare il problema, visto che il nostro ordine del giorno giace nel cassetto della commissione Ambiente”, ha motivato il Capogruppo Pd Paolo Marchionne.
“Un atto inutile presentato solo per fare propaganda invece di pensare a risolvere il problema in maniera seria, senza fare ai cittadini promesse che non si possono mantenere”, è la replica del Presidente del Municipio Cristiano Bonelli.
Una seduta lunga e “calda” nell’aula di Piazza Sempione dove per cinque ore maggioranza e opposizione hanno discusso la mozione presentata dal Pd “Interventi urgenti impianto Ama via Salaria”, modificata sostanzialmente dall’emendamento del Pdl che ha respinto la proposta del Pd di chiedere la sospensione immediata delle attività, stabilendo un tempo di 4 mesi entro i quali dovrà essere effettuato un collaudo ex novo dell'impianto.

GLI INTERVENTI DELL’OPPOSIZIONE. Il consigliere Fabio Dionisi (Pd) ha illustrato la mozione presentata dal gruppo, premettendo: “Vorrei che ci fosse un impegno senza colore politico, perché qui non è un discorso di fazioni, ma si tratta di un problema che riguarda tutti”. Dionisi ha poi illustrato il cambiamento di destinazione d’uso che c’è stato per l’impianto,  che da deposito mezzi si è trasformato in un centro di raccolta e trattamento dei rifiuti. “A Rocca Cencia, l’impianto gemello di via Salaria, è stata aperta un’inchiesta: anche in questo caso noi chiediamo anzitutto di sospendere le attività, risolvere il problema e poi eventualmente riaprire l’impianto”.
“Dal mese di Luglio le problematiche di puzza sono aumentate, diffondendosi anche ad altri quartieri, tra cui Prati Fiscali. Per questo bisogna approvare con estrema urgenza questo atto e arrivare ad una soluzione immediata. Abbiamo presentato questa mozione ben sapendo che è un atto meno forte, ma questo perché il nostro ordine del giorno si trova da un mese alla commissione Ambiente, che non lo ha discusso”, è poi intervenuta Federica Rampini, consigliere del Pd.
“La puzza è la stessa che si sente a Malagrotta, a Rocca Cencia. La puzza c’è e viene dall’impianto Ama”, ha commentato il consigliere Pd Riccardo Corbucci. “La maggioranza si è accorta di questo problema solo quando è arrivato in altri quartieri e l’Ama non è stata in grado di dire una sola parola sulla questione. Anzi, ha addirittura cambiato la pagina relativa all’impianto sul proprio sito internet quando si è sentita prendere in castagna. Questo è un atto di indirizzo politico, simbolico perché vogliamo che se ne parli al Comune e in Regione”, ha poi concluso Corbucci.
Duro anche l’intervento del Capogruppo Pd Paolo Marchionne: “Rocca Cencia ha avuto lo stesso problema. E per il medesimo problema si ricorre alla medesima soluzione. Quell’impianto va spostato, non si può pensare di risolvere il problema con un comitato tecnico-scientifico. State spostando Malagrotta, e non si può spostare Villa Spada?. Bisogna sospendere le attività e capire se si può risolvere il problema, altrimenti va delocalizzato”.
E dalla consigliera SEL Michela Pace arriva anche una proposta: “Caltagirone ha messo a disposizione della Polverini alcune aree, perché non sfruttarle per individuare un nuovo sito?”.

GLI INTERVENTI DELLA MAGGIORANZA. Dalla maggioranza, la consigliera Lina Tancioni ha dichiarato: “Dite che questa battaglia non deve avere colore politico, e poi però attaccate i manifesti del vostro partito strumentalizzando la questione? Questo non è corretto”.
Il consigliere Pdl Stefano Ripanucci ha sostenuto: “Chiedere di delocalizzare l’impianto è semplice demagogia e ci vorrebbero milioni di euro. Una soluzione sensata è quella di intervenire con Ama per risolvere il problema, visto che ha dato la sua disponibilità per fare tutte le modifiche necessarie a far lavorare bene l’impianto. Se poi nessun intervento sarà stato utile a risolvere il problema, allora dovremo prendere una soluzione più drastica”.
Intervenuto nel dibattito anche il Presidente del Municipio Cristiano Bonelli: “Il problema va affrontato in maniera seria e con responsabilità. Non so quanti dei presenti che oggi stanno qui a parlare sono andati nell’impianto. Io a differenza dei presenti che sono bravi a scrivere comunicati sono stato nell’impianto 4 volte per verificare personalmente. L’atto presentato dall’opposizione non è un atto serio. Un atto serio deve costringere Ama a risolvere il problema, visto che per costruire l’impianto sono stati utilizzati i soldi dei cittadini e lo stesso accadrebbe per dismetterlo. L’ipotesi della chiusura va considerata solo se una volta fatto tutto il possibile il problema persiste,e chi la mette come prima soluzione sa di prendere in giro i cittadini. Qui servono dei tecnici che accertino l’origine del problema, a questo serve il comitato”.

L’EMENDAMENTO. Ed è così che alla luce del dibattito iniziale, la maggioranza ha cassato alcuni punti della mozione presentata dal Pd presentando un emendamento in base al quale si chiede un collaudo ex novo dell’impianto che accerti eventuali disfunzioni dello stesso. Qualora il problema non fosse risolto entro il 31 Gennaio 2012, bisognerà individuare un sito alternativo in cui collocare l’impianto. L’opposizione ha poi proposto un subemendamento per chiedere di anticipare la scadenza per i controlli al 31 ottobre 2011: emendamento cassato dalla maggioranza. Immediate le reazioni: “Pensiamo al disagio delle feste di Natale trascorse con la puzza”, ha commentato la Rampini. “In 21 giorni lavorativi non si collauda neanche uno scaldabagno. È ovvio che 4 mesi sono un tempo massimo che bisogna darsi, ma il problema potrebbe essere risolto molto prima anche per novembre”, ha replicato Emiliano Bono del Pdl.

I CITTADINI. A margine dell’incontro uno dei rappresentanti dei cittadini ha dichiarato: “Mi aspettavo che ci fosse una confluenza per trovare una posizione comune. L’ipotesi di chiudere l’impianto è difficile da attuare, piuttosto bisogna pensare a spostare la frazione umida che è quella che puzza. Tra l’altro ho avuto voci informali per cui l’impianto starebbe abbondantemente superando il lavoro previsto,e questo sembra che accada perché riceverebbe anche i rifiuti di Rocca Cencia. Faremo un’assemblea a breve la prossima settimana per informare i cittadini. Il senso di frustrazione ormai è forte e nessuno è più disposto a tollerare”.
Più duro il commento di altri cittadini, che uscendo dall’aula consiliare indignati hanno dichiarato: “Non si può continuare a perdere tempo e fare scaricabarile su chi ha costruito l’impianto. Qui bisogna agire, 4 mesi sono troppi e già superare l’estate è stato difficile. Stiamo arrivando all’esasperazione, basta teatrini. Fatti solo fatti!”.

I PROSSIMI PASSI? L’opposizione chiedeva la sospensione immediata delle attività per fare i controlli e nel frattempo eliminare il disagio. La maggioranza ha preso altro tempo perché la sospensione delle attività a suo dire non è fattibile. Di sicuro i cittadini non staranno quattro mesi ad aspettare la buona novella, e sulla pagina facebook “Quelli che abitano a Villa Spada” alcuni residenti hanno già proposto di mobilitarsi per organizzare forme di protesta.
 

Annuncio promozionale

Fidene
via salaria 981

20 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di Anonima

    Anonima Questa la risposta di oggi dell'ASL ROMA A "La scrivente UOC è ancora in attesa di comunicazioni da parte della Unità di Igiene Ambientale del Distretto 4 della Asl Roma A. Rimane comunque in evidenza la competenza ad agire sia del Municipio 4 che dell'AMA." Ieri al telefono i Carabinieri di zona ci hanno detto che l'ASL non aveva trovato niente di anomalo... ma quindi è vero o no? ... secondo l'ASL stando alla mail di risposta ai vari solleciti inviati invece ancora non è partito nessun controllo. L'esposto che abbiamo firmato è stato mandato anche a loro in copia?

    il 6 ottobre del 2011
    • Avatar anonimo di Anonima

      Anonima Altra mail dell'ASL Roma A: "Ad integrazione di quanto comunicatoLe nella mail di ieri 6.10.11, da nota ricevuta dal Dirigente Unità di Igiene Ambientale del Distretto 4 della Asl Roma A, si evince chiaramente che dai controlli effettuati non risulta nessuna nocività del sito. Questo per quanto di competenza della Asl Roma A. Risulta così evidente che ogni segnalazione in merito a quanto descritto, dovrà essere d'ora in poi comunicato direttamente al Municipio 4 ed alla struttura AMA territoriale. Cordiali saluti UOC Comunicazione www.aslrma.com"

      il 7 ottobre del 2011
  • Avatar anonimo di NERO

    NERO Sono dell'idea che quì fino a che non si prende il toro per le corna la situazione rimane e ahimè , rimarrà invariata a tempo indeterminato. Le alternative, come proposte alla riunione avvenuta tempo fa a Villa Spada: Blocco della Salaria. Però a mio avviso io bloccherei proprio l'AMA. Provasserto tutti i cittadini del IV municipio a NON PAGARE LA PROSSIMA BOLLETTA DELL'AMA, tutti contemporaneamente.

    il 6 ottobre del 2011
    • Avatar anonimo di Anonima

      Anonima Sono contenta che qualcuno condivida con me le soluzioni "pratiche" per far smuovere qualcosa!!! Come già commentato su altri articoli "Manifestiamo, rompiamo l'anima a chi ci dovrebbe rappresentare invece di chiacchierare e temporeggiare. Non paghiamo la bolletta dell'AMA e alleghiamo al bollettino che ci inviano una bella copia dell'esposto che abbiamo presentato con tanto di firme e anche la bolletta dell'elettricità che con tutto questo uso esagerato e forzato di aria condizionata AMA ci dovrebbe rimborsare!". Lo smaltimento dei rifiuti ha senso se fatto come si deve. Se diventa un problema per una zona con tantissimi abitanti come la nostra, dobbiamo fare qualcosa, QUALCUNO dovrà rappresentarci per far funzionare come si deve questo impianto. La puzza c'è (oggi arrivava anche sui Prati Fiscali) e non si sopporta più, arriva alla gola e fa vomitare... AMA, Sindaco, Presidente del IV Municipio e opposizione, ASL e organi competenti è ora di ascoltarci e diventare attivi in poco tempo per risolvere questa situazione in una zona che ogni giorno diventa più degradata.

      il 6 ottobre del 2011
  • Avatar di Laura Santangelo

    Laura Santangelo Sono residente anch'io nei pressi di P.zza Minucciano e ormai la mattina e soprattutto la sera non si respira più neanche qui!è veramente vergognoso che si debba sopportare tutto questo! Dobbiamo aspettare 4 mesi per capire se questi "signori" si decideranno effettivamente a far qualcosa? e nel frattempo chi ci dice che quel che respiriamo quotidianamente non avrà delle conseguenze gravi per la nostra salute?!Uniamoci e mobilitiamoci tutti!

    il 5 ottobre del 2011
    • Avatar anonimo di giorgia

      giorgia fate un passaparola per i palazzi e chiede l'autorizzazione a manifestare, altrimenti ci sono altre ideee?

      il 5 ottobre del 2011
  • Avatar anonimo di Anonima

    Anonima Sul Corriere della Sera ci pubblicherebbero 25 righe sul tema dell'Impianto AMA. Se vi viene in mente qualcosa di chiaro e conciso fatemi sapere.

    il 4 ottobre del 2011
  • Avatar anonimo di Anonimo

    Anonimo Piuttosto che "dirottare" come al solito il problema su altri responsabili, venite di persona a sentire la puzza, da non poter starsene in balcone. Vergogna!

    il 4 ottobre del 2011
    • Avatar anonimo di cuca63

      cuca63 solo chi abita in zona puo' effettivamente rendersi conto di che cosa significa respirare questa puzza chimica terrificante. Caro Salvatore,il discorso del depuratore è obsoleto e fuorviante,cerchiamo di essere uniti solo su di un obbiettivo:stop alle attivita' del centro ama,e poi vediamo se nei giorni seguenti si sentira' ancora puzza... dubito fortemente..............

      il 4 ottobre del 2011
      • Avatar anonimo di NERO

        NERO > solo chi abita in zona puo' effettivamente rendersi conto di che cosa significa respirare questa puzza chimica terrificante. Caro Salvatore,il discorso del depuratore è obsoleto e fuorviante,cerchiamo di essere uniti solo su di un obbiettivo:stop alle attivita' del centro ama,e poi vediamo se nei giorni seguenti si sentira' ancora puzza... dubito fortemente.............. Ottima osservazione, e mi domando come fa ancora la "gente" ad additare il depuratore ACEA quando basta abbassare il finestrino all'altezza del centro AMA, per gustare a fondo i miasmi. No comment.

        il 5 ottobre del 2011
  • Avatar anonimo di Salvatore Knox

    Salvatore Knox Trovo vergognoso tutto questo politicume attorno a sofferenze dei cittadini. Corbucci che cerca di sfruttare per il proprio tornaconto elettorale la sofferenza di migliaia di persone. Ragazzi, ma se il PD fosse stato al potere davvero ve pensate che avrebbe votato quell'ordine del giorno di sospensione? E cmq, nessuno di noi ha la certezza che quella puzza viene dall'Ama. Vi siete chiesti come mai la puzza ha cominciato ad esserci da quando l'impianto Acea ha visto sovradimensionati certe sue strutture? Considerate che la stessa puzza la sentonoa colli aniene (depuratore roma est), a Torrino (depuratore roma sud) e a ad ostia, dove arrivano gli scarichi di fiumicino. E' la stessa puzza. ve lo garantisco

    il 4 ottobre del 2011
    • Avatar anonimo di Ascanio

      Ascanio salvatore Knox Amanda e' libera ma tu liberi idiozie al vento e puzzano come i miasmi dell'ama! Ancora col depuratore Acea? Quello e' odore di fogna! E non citare il teatrino della politica perche' sei contril il Pd, il sor Bonelli che si riempie la bocca di aver fatto visita concretamente 4 volte all'impianto, per ben 3 ha dichiarato che la puzza non la sentiva! Mi rendo anche conto che in certi ambienti devi essere abituato a ben altre puzze e a turasti il naso per sopravvivere ma qui non siamo nel pdl qui siamo a villa spada

      il 6 ottobre del 2011
      • Avatar anonimo di NERO

        NERO > salvatore Knox Amanda e' libera ma tu liberi idiozie al vento e puzzano come i miasmi dell'ama! Ancora col depuratore Acea? Quello e' odore di fogna! E non citare il teatrino della politica perche' sei contril il Pd, il sor Bonelli che si riempie la bocca di aver fatto visita concretamente 4 volte all'impianto, per ben 3 ha dichiarato che la puzza non la sentiva! Mi rendo anche conto che in certi ambienti devi essere abituato a ben altre puzze e a turasti il naso per sopravvivere ma qui non siamo nel pdl qui siamo a villa spada Ascanio sei grande!

        il 6 ottobre del 2011
    • Avatar anonimo di Guido

      Guido > Trovo vergognoso tutto questo politicume attorno a sofferenze dei cittadini. Corbucci che cerca di sfruttare per il proprio tornaconto elettorale la sofferenza di migliaia di persone. Ragazzi, ma se il PD fosse stato al potere davvero ve pensate che avrebbe votato quell'ordine del giorno di sospensione? > > E cmq, nessuno di noi ha la certezza che quella puzza viene dall'Ama. Vi siete chiesti come mai la puzza ha cominciato ad esserci da quando l'impianto Acea ha visto sovradimensionati certe sue strutture? Considerate che la stessa puzza la sentonoa colli aniene (depuratore roma est), a Torrino (depuratore roma sud) e a ad ostia, dove arrivano gli scarichi di fiumicino. E' la stessa puzza. ve lo garantisco Seeee! Ancora co sto fatto der depuratore ACEA! A Salvatore, fai un salto a Villa Spada ogni tanto!

      il 4 ottobre del 2011
    • Avatar anonimo di NERO

      NERO > Trovo vergognoso tutto questo politicume attorno a sofferenze dei cittadini. Corbucci che cerca di sfruttare per il proprio tornaconto elettorale la sofferenza di migliaia di persone. Ragazzi, ma se il PD fosse stato al potere davvero ve pensate che avrebbe votato quell'ordine del giorno di sospensione? > > E cmq, nessuno di noi ha la certezza che quella puzza viene dall'Ama. Vi siete chiesti come mai la puzza ha cominciato ad esserci da quando l'impianto Acea ha visto sovradimensionati certe sue strutture? Considerate che la stessa puzza la sentonoa colli aniene (depuratore roma est), a Torrino (depuratore roma sud) e a ad ostia, dove arrivano gli scarichi di fiumicino. E' la stessa puzza. ve lo garantisco Salvatore, trovo corretto il tuo intervento a proposito delle tue opinioni in merito al PD, però anche tu mi dai conferma che non distingui la puzza di MONDEZZA da quella della xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxA. Fatti una passeggiata in pista ciclabile, si, parti da Labaro e percorri 3,5 km, prima di un ponte volta lo sguardo alla tua dx, quello è il famigerato depuratore ACEA che tanti accusano. Anni fa (parliamo di ANNI fa) la puzza che potevi avvertire era un debole effluvio di escrementi e simil gas, nulla a che vedere con quella che avvertiamo noi di Villa Spada, e poi scusa, con tanti articoli e tante parole (e testimonianze dirette), ANCORA FAI AFFERMAZIONI SUL DEPURATORE ACEA. Per parlare così di certo sei legato all'ambiente AMA! Vatti ad informare prima di postare: http://montesacro.romatoday.it/fidene-serpentara/via-salaria-981-precisazione-acea.html P.S : NOTO CON SEMPRE MENO SORPRESA CHE ANCHE TU NON ABITI A VILLA SPADA!

      il 4 ottobre del 2011
  • Avatar di Stefano VieSse

    Stefano VieSse che dire.. non possiamo aspettare certo i tempi della politica, CHE SIA CHIARO! Volete aspettare 4 mesi per fare ulteriori controlli? noi non aspettiamo nemmeno 4 giorni in più! Non siamo politici, non ci divertiamo a fare lo scaricabarile su altre persone o su altri partiti... siamo cittadini e tutti i giorni combattiamo per vivere.. anzi per sopravvivere... Penso sia ora che il problema acquisisca una visibilità più grande, a livello nazionale, su testate e media a larga diffusione.. tanto i politici si muoveranno seriamente solo se vedranno in pericolo le loro poltrone... MOBILITIAMOCI TUTTI !!!! Ognuno con i suoi mezzi e le sue conoscenze... SOLO COSI RIUSCIREMO A FARCI SENTIRE!!!!

    il 4 ottobre del 2011
    • Avatar anonimo di Anonima

      Anonima Purtroppo però anche testate giornalistiche e trasmissioni televisive (vedi le Iene, Striscia la notizia, Report) sono politicizzate. Quindi riporterebbero alla luce la problematica ma non realmente per come è.

      il 4 ottobre del 2011
      • Avatar anonimo di giorgia

        giorgia quelli vanno solo dove vogliono loro... si e' capito da un pezzo.

        il 5 ottobre del 2011
  • Avatar anonimo di Anonima

    Anonima Senza parole, la puzza ormai non si tollera più. C'è a tutte le ore e oggi arrivava anche a Piazza Minucciano. Fate voi... ma vi sentite a posto con la vostra coscenza? 4 mesi? Altri 4 mesi così per fare cosa? Attendiamo e intanto noi ci intossichiamo, viviamo barricati dentro casa a finestre chiuse, con l'aria condizionata ... non possiamo essere presi in giro così. Con la salute non si scherza. E con quest'aria non si vive bene. Parlo da donna in dolce attesa, ma parlo anche a nome di tutte le mamme che hanno bambini piccoli che non possono stare nemmeno fuori al balcone per godere di queste belle giornate. Parlo a nome di altrettanti anziani che per lo stesso motivo vivono dentro casa, parlo a nome di persone con problemi di salute e per tutti gli altri cittadini che hanno tutto il diritto di RESPIRARE! Manifestiamo, rompiamo l'anima a chi ci dovrebbe rappresentare invece di chiacchierare e temporeggiare. Non paghiamo la bolletta dell'AMA e alleghiamo al bollettino che ci inviano una bella copia dell'esposto che abbiamo presentato con tanto di firme e anche la bolletta dell'elettricità che con tutto questo uso esagerato e forzato di aria condizionata AMA ci dovrebbe rimborsare!

    il 4 ottobre del 2011
  • Avatar anonimo di Michela Erba

    Michela Erba Dai non prendiamoci in giro...il pd fa la sua parte e chiede la sospensione. il pdl sta al potere e prende tempo....a parti inverse sarebbe andata nello stesso modo. è questo il dramma. e qui c'è chi vomita dal mal di pancia

    il 4 ottobre del 2011