MontesacroToday

Tmb Salario, cittadini in rivolta bloccano la Salaria: "Stufi delle false promesse a cinque stelle"

Fila di compattatori lungo la Salaria: "L'impianto deve chiudere"

Ennesima protesta dei Comitati di Villa Spada e Fidene su via Salaria per chiedere la chiusura del TMB Ama e la cessazione dei miasmi che dal 2011 infestano la zona. Fetore continuo e incessante con l'ultima estate a essere tra le più infernali: per gli abitanti del quadrante mesi di finestre serrate e nasi turati per sfuggire a quell'odore nauseabondo che rende l'aria irrespirabile. 

VIDEO | Tmb Salario, protesta dei residenti: mezzi Ama bloccati all'ingresso

I residenti: "Stufi di false promesse"

"Siamo stufi di false promesse e chiacchiere. L'impianto deve chiudere: dove porteranno i rifiuti è un aspetto di cui deve occuparsi la politica. Loro, tanti anni fa hanno messo il TMB a pochi passi da case e scuole, loro devono risolvere il problema" - dicono i cittadini ancora una volta in piazza con lo slogan stop alla puzza. 

"Tutti i giorni a tutte le ore respiriamo m***a. Poi vengono a dirci che con i nasi elettronici vogliono individuare l'origine dei miasmi: a questi signori rispondiamo che l'origine è sotto gli occhi e il naso di tutti, venissero a fare una passeggiata a Fidene dove non siamo liberi nemmeno di mangiare una pizza all'aperto" - hanno detto al megafono i Comitati impegnati nel lungo pomeriggio di protesta. Un sit in sotto lo scacco della puzza: ad ogni folata di vento aria pestilenziale.

Una mobilitazione che, nonostante l'esiguo numero di partecipanti, è riuscita a bloccare i compattatori di Ama lungo la consolare. I primi conducenti della Municipalizzata che hanno tentato l'ingresso nell'impianto sono stati costretti a desistere, rifare inversione di marcia e mettersi in fila. Oltre dieci i mezzi in sosta al lato della Salaria con inevitabili ripercussioni sul traffico e sull'umore degli operatori di Ama bloccati di fatto in strada. 

Incatenati davanti al TMB Ama

Simbolico l'incatenamento di due cittadini al TMB: mascherina in volto, polsi legati e cartelli al collo. "Questo è come abbiamo vissuto l'estate scorsa: sequestrati dentro casa a causa della puzza. Oggi rappresentiamo la situazione che viviamo da sette anni e che negli ultimi mesi è peggiorata a fronte di un assessore, un governo della città e un dirigente Ama che hanno detto che sarebbe migliorata. A noi non pare. Questo è veramente indecoroso. E' una vergogna per la città che dovrebbe essere la Capitale d'Italia". 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • il problema c'è ed è molto grave! come in tutta la città! le cause che portano a questa realtà...sono molteplici e derivano da tutt'altra parte...basta approfondire! i titoloni che fate è pura prostituzione...

Notizie di oggi

  • Politica

    Raggi prova a ripartire e convoca i minisindaci: "Non sapevo niente, avanti compatti"

  • Cronaca

    Follia fra Termini e via Cavour: prima la rapina poi con una pala minaccia i passanti

  • Cronaca

    Roma blindata, c'è il presidente della Cina. Strade chiuse al Centro e Parioli

  • Corviale

    Crisi Municipio XI, l'ex consigliera grillina rompe gli indugi: "Voto la sfiducia"

I più letti della settimana

  • Presidente cinese a Roma: dal 21 marzo strade chiuse e una doppia 'green zone'

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • Ora legale nel 2019: quando spostare le lancette

  • Tragedia a Largo Preneste: è morto Umberto Ranieri. Chi lo ha colpito con un pugno? Il punto sulle indagini

Torna su
RomaToday è in caricamento