MontesacroToday

TMB Salario, miasmi infernali da Fidene a Serpentara: "Così ci uccidete"

Notti insonni nel quadrante dell'impianto Ama di via Salaria. I residenti tornano a chiedere la chiusura della struttura: "State attentando alla nostra salute"

Ore infernali per il quadrante di Villa Spada e Fidene nel quale i residenti denunciano la presenza di forti miasmi provenienti dal TMB Salario. Fetore continuo che ha costretto gli abitanti di quell'angolo del Municipio III all'ennesima notte insonne: cattivi odori così forti da svegliare anche i quartieri di Serpentara e Colle Salario. 

Altro che "situazione nella normalità" - come disse l'assessora all'Ambiente Montanari a margine di un sopralluogo in via Salaria, 981. Da quelle parti l'aria è irrespirabile. Sempre. Da sei anni. 

I residenti ostaggio della "puzza" del TMB Salario

"La puzza è atroce, probabilmente state lavorando sul biofiltro o state raschiando il fondo della vasca di ricezione. Non riusciamo a sopportare fisicamente questi miasmi e non per un capriccio ma perchè ci fanno star male: nausea, vomito, occhi e narici che bruciano, tosse, mal di testa. E' un problema di salute pubblica. State violando tutti i nostri diritti" - scrive una residente di Villa Spada. 

TMB Salario, la denuncia di Villa Spada e Fidene 

A nulla li servono le finestre serrate nonostante il caldo: i miasmi entrano comunque nelle case rendendo la vita di circa 40mila abitanti infernale.  "Ci stanno uccidendo. Non si respira" - uno dei tanti commenti lasciati sui social dai residenti di quello spicchio di Municipio III vessato dal fetore. "Puzza mefitica e pestilenziale dal TMB di via Salaria: viene il vomito. Tutto ciò accade in un popoloso quartiere di Roma. Mi chiedo dove siano in questo momento Sindaca, minisindaca, assessore all'ambiente mentre qui non si riesce a dormire per il fetore" - scrive un'altra donna in preda alla disperazione. 

L'ordine del giorno di FdI: "Stop inconvenienti  odorigeni"

Chiusura e riconversione della struttura "subito" - quanto chiedono da Villa Spada, Fidene e dintorni per nulla consolati dall'ordine del giorno presentato da Fratelli d'Italia e approvato dall'Aula Giulio Cesare. Un documento che impegna Sindaco e Giunta a provvedere "in via definitiva alla soluzione di tutti quegli inconvenienti  odorigeni che scaturiscono dal TMB di via Salaria". 

I cittadini chiedono chiusura TMB Salario

Non solo la cessazione immediata dei miasmi, i cittadini pretendono la chiusura definitiva dell'impianto: uffici e isola ecologica "minima" per il conferimento dei rifiuti domestici e non pericolosi la proposta di riconversione presentata dai residenti all'allora assessora all'Ambiente di Roma Capitale, Paola Muraro. Una volontà rimasta lettera morta.

Con il 2019, anno annunciato dai grillini per la dismissione del TMB, ad essere decisamente troppo lontano per chi quotidianamente vive nell'inferno dei miasmi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Viabilità: le strade chiuse per sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Omicidio Luca Sacchi, 5 misure cautelari. Nello zaino di Anastasia 70mila euro per 15 chili di droga

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

Torna su
RomaToday è in caricamento