MontesacroToday

Aprono i giardini di Largo Labia, porta del Parco delle Sabine

Per Fidene e Serpentara un nuovo luogo di aggregazione. A breve il bando per gestire il manufatto con bagni pubblici e "social bar". Nieri: "Abbiamo rimesso al centro le periferie". Marchionne: "Sprone al privato affinchè completi il Parco"

Panchine bianche lucenti, una fontana a pavimento, aree ludiche per i bambini con tanto di giochi sonori e ottici, un manufatto che ospiterà bagni pubblici e un "social bar", attesa per la fornitura di tavoli da pic-nic e la posa di alberature anche ad alto fusto. Ecco i nuovi giardini di Largo Labia inaugurati ieri dal vicesindaco di Roma Capitale, Luigi Nieri, che già se ne era occupato nel suo precedente mandato da Assessore alle Periferie e dal Presidente del Municipio III, Paolo Marchionne.

Un progetto nato con lo scopo di fornire un punto di aggregazione decoroso e attrezzato ai quartieri che vi sorgono intorno: Valmelaina, Fidene e Serpentara - zone con forte presenza di edilizia pubblica - che da ieri, oltre al capolinea e al mercato settimanale, potranno così contare su un nuovo spazio.

I giardini di Largo Labia rappresentano poi una delle porte del Parco delle Sabine, il grande parco urbano - che dovrebbe essere realizzato e soprattutto completato a scomputo all'interno della convenzione Porta di Roma - che si estende da Fidene ben oltre il GRA. Cinque gli ettari di cui Roma Capitale è proprietaria e proprio qui ha realizzato i suoi interventi.

Il finanziamento totale dell’opera è stato di € 2.350.000,00, di cui € 1.550.000,00 di finanziamento comunale per questa seconda parte di interventi, mentre la prima parte del progetto era costata, invece, € 800.000,00.

"La riqualificazione dei giardini e la realizzazione di una vera e propria piazza a Largo Labia permetteranno ai quartieri limitrofi di poter avere a disposizione spazi pubblici di qualità e nuovi spazi aggregativi per i cittadini" - ha detto il minisindaco Marchionne sottolineando la funzione "unificante" del Parco delle Sabine che dovrà essere fattore di unione tra quartieri più vecchi e quelli più nuovi.

"Oggi - ha chiosato il Presidente del Municipio III - abbiamo visto completati i primi cinque ettari del Parco delle Sabine, quelli realizzati con fondi pubblici, una ragione in più per pretendere il completamento dell'intero parco dovuta dai costruttori di Porta di Roma".

 “La progettazione di Largo Labia, nata fra il 2006 e il 2007, è stata fatta con il coinvolgimento dei cittadini quando - ha voluto ricordare il vicesindaco Nieri - ero assessore alle Periferie tanti anni fa. Oggi mi trovo a inaugurarlo e il cerchio si chiude, anche se avrei preferito che l’opera fosse consegnata molto prima. Purtroppo negli anni della precedente amministrazione gli interventi nelle periferie non hanno trovato alcuno sbocco, di qui le grandi sofferenze nei nostri quartieri più decentrati. Ma stiamo ponendo rimedio, abbiamo finalmente rimesso al centro le periferie".

A breve, forse già oggi, sarà pubblicato un avviso pubblico, da parte del Dipartimento Periferie, per individuare il soggetto che gestirà il punto ristoro presente nella piazza: offrirà servizi, attività ricreative, culturali e didattiche, nonché attività informative sul Parco delle Sabine e iniziative di carattere ambientale.

Una sorta di "social bar" dunque quello pensata dal Campidoglio: "Un luogo - ha detto Nieri - dove l'attività imprenditoriale si deve coniugare con quella sociale,  con uno spazio libero di incontro a disposizione dei cittadini e uno spazio wifi gratuito". L'attività dovrà sulla qualità del biologico, dei prodotti a Km zero e del commercio equo. Niente giochi d'azzardo.

Inoltre, per prevenire eventuali fenomeni di degrado, chi si aggiudicherà la gestione del punto ristoro dovrà anche provvedere alla manutenzione dell’area circostante.

"Con ulteriori fondi a disposizione del Dipartimento Periferie, infine, - ha promesso Nieri - sarà in seguito realizzato un ‘percorso vita’ all’interno del Parco e saranno migliorate alcune attrezzature realizzate in passato dai privati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • 8 dicembre, festa per l'Immacolata e Spelacchio a piazza Venezia: strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero a Roma: domani a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

Torna su
RomaToday è in caricamento