MontesacroToday

Elezioni Municipio III: crolla il M5s, Lega sugli scudi. E' ballottaggio Caudo-Bova

Pd primo partito del Montesacro con il 24,8%, la Lega balza al 16. I Cinque Stelle perdono 8 punti e restano fuori dal secondo turno

Crolla il M5s nel feudo di Lombardi e De Vito, crescono centrosinistra e centrodestra che il 24 giugno si sfideranno al ballottaggio per la conquista della presidenza di Piazza Sempione. Inequivocabili i dati rivelati dalle urne del Municipio III chiamato ad eleggere un nuovo Presidente e rinnovare il Consiglio dopo la prematura caduta del governo grillino della minisindaca Capoccioni. 

Elezioni Municipio III: crollo a Cinque Stelle

 E sono proprio i Cinque Stelle ad uscire sonoramente sconfitti dalla consultazione elettorale. La compagine guidata dalla ex presidente Roberta Capoccioni si ferma a poco più del 19%: otto punti percentuali in meno rispetto alle amministrative del 2016.

Ai grillini di Montesacro, nella scorsa esperienza di governo lacerati da guerre intestine e dissidenti, non sono bastati gli spot della Sindaca Raggi e una lista di candidati "fedelissimi": ripartiranno dall'opposizione. 

"Ringrazio di cuore tutti quelli che in questo mese di campagna elettorale ci hanno aiutato e sostenuto: la loro dedizione è stata la nostra forza. Un grande ringraziamento va a Virginia (Raggi ndr.) per averci supportato durante questo periodo. Sia io che la mia squadra siamo sereni in quanto consapevoli di aver sempre posto il bene del cittadino al centro delle nostre scelte di governo. Il nostro lavoro prosegue ora dai banchi dell'opposizione. Garantiremo il controllo e la trasparenza sull'operato dell'amministrazione municipale" - ha commentato a margine Capoccioni

Elezioni, III e VIII municipio puniscono Raggi e M5s. Centrosinistra vince a Garbatella, ballottaggio a Montesacro

Pd primo partito: Caudo al 42%

Cresce il centrosinistra che con Giovanni Caudo conquista il 42% dei consensi. A fare da traino il Pd che, dopo le regionali, si conferma il primo partito del territorio al 24,8%. In area centrosinistra buona anche la prova della Lista Civica Caudo Presidente che si assesta al 9%. Liberi e Uguali rimane inchiodato al 5, meno del 3% per il Centro Solidale. 

"Il Laboratorio politico del Municipio III, il modello Montesacro, si conferma vincente. Dopo le primarie ora andiamo al ballottaggio in testa con il 42% contro il 34% del centro destra. Sono contento, è successo tutto in poco più di 45 giorni, con una campagna elettorale fatta alla vecchia maniera, per strada, nelle piazze e parlando con le persone, una ad una. Rieducare alla speranza, avevamo detto e lo stiamo facendo. Sinistra, resistenza, popolo e cultura di governo sono le parole che abbiamo messo in campo in queste settimane; grazie a tutte e tutti per la fiducia e per il consenso" - ha scritto Caudo in un post su Facebook. 

Poi parole dure nei confronti del centrodestra. "Ora ci tocca la battaglia con la peggiore destra di sempre, quella della Lega di Salvini, la destra che in queste ore sta mostrando il suo volto inumano tenendo in mare 600 persone di cui almeno 90 bambini. Il 24 giugno si vota per il Municipio, si vota per dare una prospettiva di governo che sappia affrontare e risolvere i problemi quotidiani, ma si torna a votare anche per battere questa destra che non vogliamo né nel Municipio, né a Roma e neanche nel nostro Paese". 

La Lega traina il centrodestra

E nell'area del centrodestra è proprio la Lega a sorridere. Il partito di Matteo Salvini strappa lo scettro di primo della coalizione a Fratelli d'Italia: 16% dei consensi, ben nove punti percentuali in più rispetto  alle regionali e voti quintuplicati rispetto alle amministrative del 2016. Naviga sempre intorno al 10% la compagine che fa a capo a Giorgia Meloni, mentre Forza Italia perde 3 punti rispetto alla sfida in Regione ma raddoppia i consensi ottenuti due anni fa nella corsa a Piazza Sempione.

Con quasi il 34% sarà dunque Francesco Maria Bova, ex vicequestore del commissariato Fidene Serpentara e candidato presidente in quota Lega, a sfidare Caudo al ballottaggio. "E' un risultato molto buono considerato anche l'impatto della novità con una candidatura come la mia e in ragione pure della tradizione del centrosinistra in questo territorio".

Bova glissa invece sull'appello ai Cinque Stelle, sul modello di governo nazionale con la Lega: "Ora in vista del ballottaggio - ha detto a RomaToday - dobbiamo studiare i dati e capire come si sono mossi gli elettori: sarà importante recuperare gli astenuti (affluenza 26,5% ndr.). Bisogna restituire loro la fiducia nei confronti della politica". 

Municipio III al ballottaggio il 24 giugno

Tra appena due settimane il Roma Montesacro tornerà alle urne: Giovanni Caudo o Francesco Maria Bova, un centrosinistra oltre il modello Zingaretti o un centrodestra guidato dalla Lega di Salvini. Queste le alternative per gli elettori del Municipio III. 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

Torna su
RomaToday è in caricamento