MontesacroToday

Elezioni III Municipio, Medaglia: "Rifiuti, zone verdi e sport le mie priorità"

Alla presentazione del candidato anche Rachele Mussolini: "Mi auguro di poter lavorare insieme ad Andrea"

Un locale lungo via Antonio Graf è stato il luogo che ha scelto per incontrare amici e cittadini del III Municipio, a tre giorni dalle elezioni. Andrea Medaglia, candidato di Fratelli d’Italia, è uno stimato avvocato alla prima esperienza elettorale, nato, cresciuto ed affermatosi nella “sua” Roma.

A sostenerlo anche chi di battaglie nel Municipio ne ha già combattute diverse, come Enrichetta Arci, presidente dell’associazione “Giampiero Arci”, fondata in memoria del fratello.

Rachele Mussolini: “Insieme ad Andrea combatteremo il degrado”

Si è fatta attendere un po’ troppo la consigliera di Roma Capitale, Rachele Mussolini: “Il Terzo Municipio è ampio – esordisce – abbraccia tante realtà: Città Giardino, Fidene, quartieri di nuova generazione come Porta di Roma,Talenti. Ma c’è troppo degrado: ho saputo di uno sporco incredibile in via Franco Sacchetti proprio ieri, da una persona che ci abita. Inoltre i commercianti si lamentano del fatto che le strade non vengono pulite. A tal proposito oggi ho scritto un post su Facebbok. Riprendiamoci un pezzettino di città, approfittiamo delle elezioni. In questo municipio siamo circa 200mila: informiamo tutti i conoscenti soprattutto del fatto che ci sono le elezioni, perché in molti non lo sanno. E poi consigliamo di scegliere Fratelli d’Italia, nella persona di Andrea Medaglia. Ha deciso di impegnarsi e di mettersi al servizio dei cittadini; non devo sponsorizzarlo perché lo conoscete. Io sono pronta e disponibile ad essere un riferimento per lui, così come spero di poter avere lui, qui, come mio riferimento”.

Andrea Medaglia: “Ho tre priorità: rifiuti, zone verdi e sport”

La ringrazia e ringrazia tutti i presenti prima del suo intervento, Andrea Medaglia: “Sapete tutti che questa consiliatura durerà due anni e mezzo perché la giunta è caduta; sarà rinnovata ma avrà termine con quella del comune. Il nostro progetto, quindi, dovrà essere rapido ed incisivo perché avremo meno tempo. I problemi sono sotto gli occhi di tutti: la questione rifiuti a me sta molto a a cuore, i cassonetti sono d’antiquariato, sono vecchi devono essere sostituiti ed aumentati. Inoltre la raccolta dovrebbe essere eseguita in maniera differente. Amo molto, poi, il verde: mia moglie dice sempre che il problema non sono io che parlo con le piante, ma le piante che mi rispondono. Il III Municipio è forse quello più verde di Roma, che a sua volta è la capitale d’Europa più verde in assoluto. Il Parco delle Sabine sarebbe potenzialmente meraviglioso, ma in questo momento è in uno stato di degrado allucinante, così come il parco di via Antimoro. Queste zone per me rappresentano due priorità e in due anni e mezzo credo di poter fare qualcosa. Così come per lo sport, soprattutto rivolto ai giovani, riqualificando centri e campi come quello dell’Asd Montesacro in via Pintor”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento