MontesacroToday

Coronavirus, anche cani e gatti in “quarantena”: a loro pensano i volontari

L'iniziativa per le cure a cani e gatti di famiglie in difficoltà, costrette a isolamento o ricovero ospedaliero per Covid-19 appoggiata dal Municipio III: "Animali meritano attenzione"

Gli effetti di difficoltà economica e isolamento ai tempi del Coronavirus si abbattono anche sugli animali. Per gli amici a quattro zampe delle famiglie più vulnerabili mancano scatolette e croccantini, per quelli i cui padroni sono costretti a regimi di isolamento o addirittura al ricovero ospedaliero le cure di persone esterne diventano fondamentali. Per questo i volontari di Enpa, Lav e Animalisti italiani si sono messi a disposizione prendendosi cura di cani e gatti di chi ne ha bisogno. 

Coronavirus, a cani e gatti in “quarantena” pensano i volontari 

Un’iniziativa alla quale ha aderito anche il Roma Montsacro: “Nessuno è solo nel nostro municipio, neppure gli animali" – ha detto il minisindaco del Terzo, Giovanni Caudo

I volontari si occuperanno del trasferimento temporaneo degli animali che non possono essere accuditi a domicilio presso strutture adeguate o abitazioni, del loro trasporto per visite veterinarie urgenti, della consegna del loro cibo fino alle necessarie passeggiate e all'accudimento minimo periodico del gatto o del cane “nel rispetto – ha sottolineto Maria Concetta Romano, assessora al sociale del III municipio - di tutte le normative vigenti in termini di sicurezza e contenimento dell'emergenza Covid-19”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, a Montesacro volontari per cure animali domestici

"Gli animali nelle nostre case sono a tutti gli effetti membri delle nostre famiglie e necessitano di cure e attenzioni che, spesso, in questo periodo, per le condizioni di salute dei padroni non possono essere garantite, impedendo talvolta anche il mantenimento di pur minime forme di dedizione con l'emergere di situazioni di stress, frustrazione e angoscia da parte di proprietari ed animali. Per questo – ha concluso Caudo - il sostegno di questi volontari è importante ed è incoraggiato dalla nostra amministrazione". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus, a Fiumicino positivo dipendente di un ristorante. Il sindaco: "Tampone e isolamento per i clienti"

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

  • Coronavirus, a Roma troppi casi dal Bangladesh: D'Amato chiede più controlli sui "voli internazionali"

Torna su
RomaToday è in caricamento