MontesacroToday

Municipio III, scontro aperto con i Comitati. Corbucci: “Sono sale del territorio"

Il Presidente del Consiglio prende le distanze dal collega di SeL: "Rattristato da quanto sta accadendo, da sempre per partecipazione costruttiva e rispettosa"

Eco infinita per le parole del consigliere di SeL, Cesare Lucidi, duramente criticato dai Comitati da egli considerati “poco o nulla” non meritevoli nemmeno della parola. Dichiarazioni condannate perentoriamente dal CdQ Serpentara mentre il ‘Salviamo Prati Fiscali’ ha chiesto le dimissioni dell’esponente della maggioranza.

A dissociarsi, seppur in modo indiretto, da quanto sostenuto dal collega di centrosinistra il Presidente del Consiglio, Riccardo Corbucci, che si è detto “rattristato” per quanto sta accadendo nel Terzo.

“Da sempre ritengo che i comitati di quartiere, le associazioni, la cooperazione sociale e il volontariato, di cui è ricco il nostro municipio, siano il sale del territorio. Senza queste centinaia di persone che stimolano, criticano, incitano e qualche volta plaudono anche alle iniziative dell'amministrazione, saremo soli e abbandonati a noi stessi. Anzi di più, non ci sarebbero più nemmeno i municipi, che rimangono il vero e unico front office della politica" – ha detto Corbucci sottolineando come la politica debba rispettare i suoi cittadini, anche e soprattutto quando questi criticano le scelte fatte, “senza ostentare fastidio".

“D’altro canto – prosegue il Dem - deve esserci rispetto reciproco ed anche chi critica non deve mai trascendere sul piano personale od offendere consiglieri o assessori, poiché tutti i cittadini avranno modo di valutare l'operato degli amministratori locali con il voto".

Corbucci ha poi evidenziato i passi fatti dall’amministrazione Marchionne verso la partecipazione: il Registro della partecipazione, l'apertura al pubblico delle commissioni, la pubblicazione dei verbali, il nuovo regolamento municipale e con l'ultimo bilancio finalmente i fondi per lo streaming delle sedute consiliari.

“Siamo ancora in ritardo sulla tabella di marcia, ma non abbiamo paura di confrontarci quotidianamente con le critiche e i suggerimenti dei cittadini. Poi dopo l'ascolto e la discussione, la responsabilità delle scelte spetta alla maggioranza che amministra il municipio - conclude Corbucci - si possono commettere errori, ma è necessario ritrovare un rispetto comune per il bene del territorio”.

L’augurio del Presidente del Consiglio di Piazza Sempione è quello che il 2015 possa essere un anno in cui l'amministrazione, i comitati di quartiere e il civismo locale possano collaborare insieme per rilanciare il III Municipio.

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l’ambiente

  • Come vestirsi ad un matrimonio d'estate: consigli di stile

I più letti della settimana

  • Giallo di Torvaianica, il compagno di Maria Corazza ha incontrato tre persone venerdì mattina

  • Perde il controllo della moto e finisce contro il guardrail: morto 27enne romano

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 15 e domenica 16 giugno

  • Interrogatori, autopsia e filmati delle telecamere di sorveglianza: giallo di Torvaianica verso la svolta

  • Rapina al McDrive, poi la fuga e lo schianto in scooter

  • La tanica di benzina nei filmati di videosorveglianza: svolta nel giallo di Torvaianica

Torna su
RomaToday è in caricamento