MontesacroToday

Salaria e Prati Fiscali, prostituzione senza limiti: M5s pensa a controlli e "psicologo"

Dal ciglio della consolare romana ai marciapiedi del quartiere: il mercato del sesso su strada scuote il Municipio III. Da Piazza Sempione l'appello al Campidoglio: "Misure urgenti per tutelare dignità persone e ordine pubblico"

Tra Prati Fiscali e via Salaria la prostituzione non conosce sosta e limiti. Sulla consolare le lucciole stazionano a qualsiasi ora del giorno e della notte adescando i propri clienti con vestiti succinti, talvolta solo intimo, e movenze provocanti. Al calar del sole la situazione degenera. 

Prostituzione su via Salaria: corsia di destra a rischio tamponamento

La corsia di destra diventa pressochè impraticabile, a rischio tamponamento: tanti i potenziali clienti o semplici curiosi che frenano bruscamente per "ammirare" quelle schiave del mercato del sesso che popolano il ciglio della Salaria. Decine di donne, qualcuna oltremodo giovane, che affollano la consolare romana anche a ridosso del centro abitato. 

Lucciole sotto le finestre di Prati Fiscali

Lo sanno bene gli abitanti di Prati Fiscali e Conca d'Oro. Di giorno le meretrici stazionano nei pressi di Val D'Ala: nell'aiuola della rampa che dalla tangenziale porta a via dei Prati Fiscali o poco prima della svolta su via Val D'Ala stessa. Discrete e tranquille. Un po' meno la notte quando la prostituzione arriva sotto le finestre delle abitazioni e i rapporti sessuali vengono consumati addirittura nelle rampe dei garage o nei sottopassi.  

Una piaga, quella della prostituzione su strada, che non ha mai abbandonato quel quadrante del Municipio III. A nulla sono servite le rimostranze dei residenti, le passeggiate "scaccia lucciole" o i controlli promessi, arrivati ma insufficienti ad estirpare il fenomeno. 

Sulla prostituzione il Municipio III chiede aiuto al Campidoglio

Un fronte sul quale adesso anche i grillini alla guida del Municipio III chiedono un aiuto al Campidoglio. Il parlamentino di Montesacro ha votato un ordine del giorno, presentato dalla consigliera Locatelli, nel quale si appella alla Sindaca e all'assessore competente affinchè mettano in atto tutte le misure per "tutelare la dignità e i valori della persona umana". Adottare provvedimenti urgenti di contrasto al degrado urbano causato dalla prostituzione stradale quanto chiesto da Piazza Sempione al Campidoglio. 

Il Municipio III chiede supporto psicologico per prostitute

Ma non solo controlli e repressione: il Municipio III chiede al Comune di intervenire anche con interventi di "supporto psicologico e di reinserimento" per le prostitute "prevenendo così - è l'idea dell'atto a firma Locatelli - le cause di un diffuso allarme per l'ordine pubblico e per la sicurezza dei cittadini". Da qui la richiesta di aumentare anche le risorse per la Polizia Locale. 

Questa dunque la ricetta dei grillini al comando del Montesacro sul delicato e complesso tema. Impresa assai ardua quella di eliminare la prostituzione da Salaria e Prati Fiscali: un fenomeno che nel corso degli anni non sembra essere stato minimamente scalfito. E senza adeguate leggi nazionali ogni sforzo rischia di essere vano. 
 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • "Aperti per ferie", l'estate del Mercato Contadino Castelli Romani

I più letti della settimana

  • La figlia non risponde al telefono da due giorni, chiamano i carabinieri e la trovano morta

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Autobus in fiamme a piazza Cantù. I testimoni "Abbiamo sentito due esplosioni"

Torna su
RomaToday è in caricamento