MontesacroToday

A Prati Fiscali l'angolo delle lucciole: prostitute anche accanto agli utenti del bus

Tra tangenziale e Val D'Ala mercato del sesso a cielo aperto anche in pieno giorno

Non solo lungo la via Salaria, da anni vera e propria arteria a luci rosse a nord di Roma, le prostitute affollano anche i marciapiedi di Prati Fiscali e lo fanno a partire dalle prime ore del mattino. 

Una piaga, quella del mercato del sesso a cielo aperto, che in quell'angolo del Municipio III non è stata mai estirpata: da anni infatti i residenti, capitanati dal combattivo Comitato di Quartiere, denunciano l'inaccettabile situazione. 

A Prati Fiscali prostituzione in pieno giorno

Meretrici a lavoro davanti ai portoni d'ingresso dei palazzi, passeggiate ammiccanti proprio sotto le finestre delle abitazioni: in passato poi anche rapporti sessuali consumati negli angoli bui e sulle rampe dei garage, con fuochi di rifiuti accesi per scaldarsi durante l'inverno. Scenari non del tutto alle spalle: la prostituzione a Prati Fiscali è alla luce del giorno, sotto gli occhi di tutti. Talvolta anche spalla a spalla. 

Prostitute tra gli utenti del bus

Lo sanno bene gli utenti che attendono i bus alla fermata Salaria/Ponte Salario: qui, proprio accanto la pensilina dell'Atac, lavora in genere una giovane donna. Lunghi capelli neri, abiti succinti e comportamento discreto: siede sulla sua solita sedia, in mezzo all'erba ormai incolta e a tutti i rifiuti gettati dagli automobilisti, accanto ai cittadini che attendono i mezzi pubblici. 

A Val d'Ala l'angolo delle lucciole

Prostituzione "extra comfort" invece poco più avanti dove, nello spiazzo tra Prati Fiscali e Val D'Ala, è nato un vero e proprio "angolo delle lucciole". Su un vecchio divano, abbandonato ai margini della strada ormai da settimane, siedono sempre almeno tre lucciole. A lavoro di notte, come di giorno: tanto presenti da essere addirittura immortalate dalle immagini di google street view.

Ragazze costrette a vedere il proprio corpo pure alla luce del sole, tra chi passeggia lungo quel marciapiede verso Conca d'Oro e Parco delle Valli, a poca distanza dalle palazzine della zona. Intorno a loro tutto il necessario per sopravvivere ad una giornata di lavoro: riserve d'acqua e cibo. Poco più in la rifiuti sparsi e in terra, nel piccolo piazzale, un cimitero di profilattici. 

Il Comitato di Quartiere chiede "lotta a prostituzione sotto le case"

Prostituzione dilagante, mai arginata. Una tematica cara al Comitato di Quartiere che, in vista delle elezioni amministrative del 10 giugno, ha tenuto a ribadire ancora le priorità della zona: oltre al contrasto al degrado, a provvedimenti legati alla viabilità e alla raccolta rifiuti il CdQ è tornato a reclamare la "lotta alla prostituzione sotto le abitazioni su via Salaria-Prati Fiscali- Largo Valtournanche".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una delle questioni principali e che i residenti torneranno a  ripresentare al nuovo futuro Consiglio, "sbattendo i pugni sul tavolo perché - dicono dal Comitato Prati Fiscali - siamo esausti".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus, a Fiumicino positivo dipendente di un ristorante. Il sindaco: "Tampone e isolamento per i clienti"

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

  • Coronavirus, a Roma troppi casi dal Bangladesh: D'Amato chiede più controlli sui "voli internazionali"

Torna su
RomaToday è in caricamento