MontesacroToday

Montesacro si ribella a locali e caos notturno: passeggiate contro la movida "selvaggia"

Tra Piazza Sempione e Città Giardino il silenzio perduto, gli abitanti della zona protestano: "Qui non si dorme più, la situazione è insostenibile"

"A Montesacro ormai è impossibile dormire perchè da anni siamo martoriati dal rumore notturno" - lanciano l'ennesimo grido d'allarme i residenti di Città Giardino, il quartiere residenziale appena sopra Piazza Sempione da tempo diventato uno dei centri della movida romana

Movida a Montesacro: "Qui non si dorme più"

Ristoranti, cocktail bar, locali, pub e chioschi: la vita notturna del quadrante nord ovest della Capitale si concentra tutta li, più che nelle sale delle attività negli ultimi anni sbocciate in modo esponenziale, sui marciapiedi tra palazzine e villini dallo stile barocchetto. Perduti silenzio e tranquillità degli anni passati: Montesacro oggi è un richiamo per centinaia di giovani e non alla ricerca della vita notturna. 

Ritmi, rumori e presenze che mal si sposano con le esigenze degli abitanti del quartiere che vorrebbero "rispetto del riposo e della sicurezza". Invece no: urla, schiamazzi, musica ad alto volume, auto e moto che sfrecciano per le stradine della "città giardino", qualche rissa. L'indomani marciapiedi come discariche e auto trasformate in tavolini mai sparecchiati da bottiglie e cartacce. 

Da Montesacro a "Montesballo", rumori e rifiuti: l'argine alla movida selvaggia resta una chimera

La promessa tradita della "regola di Ponte Tazio"

Tradita la promessa, perchè di difficile applicazione nello scenario normativo che disciplina la materia, della regola di Ponte Tazio: ossia la chiusura di tutti i locali di Montesacro all'1.15, tra gli impegni che il presidente del Municipio III Giovanni Caudo aveva preso in campagna elettorale. 

Così i residenti di Città Giardino tornano a farsi sentire. "Prendiamo atto che sono stati intensificati i controlli in seguito all’inserimento del quartiere tra le zone attenzionate al Tavolo dell’ordine pubblico con la Prefettura di Roma. Tuttavia - ha scritto il Comitato di Quartire a margine di un incontro a Piazza Sempione - abbiamo ricevuto conferma che i controlli non vengono fatti nelle ore più critiche, ossia dalle 2 di notte in poi: quando rumore, urla, veicoli in doppia fila o che sfrecciano a gran velocità, rendono impossibile il riposo delle persone. Sono le ore in cui, in palese violazione dell’ordinanza anti alcol si continua a bere in strada, alimentando altri fenomeni di insicurezza". 

Passeggiate contro la movida selvaggia a Montesacro

Fiorente la produzione di materiale fotografico e video a testimonianza dei disagi sopportati da chi nel quartiere vorrebbe dormire sonni tranquilli. 
Da qui la decisione di scendere in strada, facendo delle vere e proprie passeggiate contro la "movida selvaggia".

Un deterrente ai cattivi comportamenti al chiaro di luna, ma anche un modo per documentare quanto accade di notte e far sentire la protesta.

"Siamo stanchi di una situazione incivile e insostenibile, e - hanno detto dal CdQ Città Giardino - dell’assenza di risposte efficaci da parte delle Istituzioni". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento