MontesacroToday

Dal 2 al 9 ottobre il Brancaleone presenta Loud India

L'istallazione audio - video è stata realizzata da Claudio Curciotti in collaborazione con Eleonora Trani. E' il frutto di un viaggio mistico in India e racconta le contraddizioni di questo paese

Sabato 2 ottobre al Brancaleone arriva Loud India, un'installazione audio-visuale di immagini e suoni raccolti durante un lungo viaggio in India del Nord, tra il 2009 e il 2010. Il lavoro è realizzato da Claudio Curciotti con la collaborazione di Eleonora Trani che ne ha curato la fotografia. Rimarrà al Branca fino al 9 ottobre.

Loud India.
Nasce dal progetto "Field Abuse", blog dedicato al rumore del mondo contemporaneo, e alla sua relazione con le religioni, la musica etnica e le culture tradizionali. L'installazione proposta riunisce foto e clip audio che raccontano un viaggio mistico nella terra della spiritualità e del sincretismo religioso. Con microfono e camera digitali alla mano, i due autori rielaborano in chiave estetica gli input sonori e visivi del loro viaggio.

Delhi, Mumbai, Rishikesh, Bodgaya, Varanasi e l'Himalaya sono i luoghi della ricerca, centrata principalmente sul rapporto tra suono e religione. Alla base dell'esposizione c'è una intenzione demistificatrice. L'obiettivo degli autori è quello di svelare la contraddizione che esiste tra una visione spesso idealizzata del viaggiatore in cerca di illuminazione e la realtà tragicomica di un paese caotico e rumoroso.

L'autore.
Claudio Curciotti compone musica sperimentale elettronica dal 2000 con lo pseudonimo pubblicando lavori per etichette digitali internazionali e partecipando a festival in Europa e Nord Africa. Nelle sue produzioni esplora sonorità legate all'elettroacustica, l'IDM e il field recordings.

La sua esperienza come musicista si riflette nel lavoro di registrazione e selezione dei suoni ambientali dell'India, nei quali emerge una sensibilità verso le texture e le intensità sonore del paese visitato. Attualmente si sta dedicando alla creazione di una performance audio-visuale dove musica etnica e video documentari si fondono alla sperimentazione elettronica analogico-digitale.

La collaboratrice. Eleonora Trani lavora per anni come vj a numerose video installazioni, principalmente in Italia e Spagna, dove nel 2007 espone un suo lavoro al Museo d'Arte Contemporanea di Siviglia. Attualmente si dedica allo studio ed insegnamento dello Yoga, disciplina che l'ha portata a viaggiare in Asia e a collaborare al progetto Loud India.

 

Guarda il video promozionale:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus, a Fiumicino positivo dipendente di un ristorante. Il sindaco: "Tampone e isolamento per i clienti"

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

  • Coronavirus, a Roma troppi casi dal Bangladesh: D'Amato chiede più controlli sui "voli internazionali"

Torna su
RomaToday è in caricamento