MontesacroToday

Ecco il nuovo palazzo municipale, Bonelli: "Sarà la casa del cittadino"

La nuova sede del municipio è stata inaugurata questa mattina a Piazza Sempione, nel palazzo simbolo di Città Giardino. Accanto al presidente Bonelli ha partecipato alla visita anche il sindaco Gianni Alemanno

p1010473-copiaE' stato inaugurato oggi, alla presenza del primo cittadino Gianni Alemanno, il nuovo palazzo municipale a Montesacro. L'amministrazione locale avrà sede da oggi in piazza Sempione, nello storico edificio simbolo di Città Giardino e di quella idea architettonica che caratterizzò l'intero quartiere dal 1920. Tre piani che ospiteranno gli uffici istituzionali, la sala consiliare, tre sale commissioni, la sala matrimoni e non solo. La novità riguarda lo spazio dei front office, sportelli dove il cittadino potrà recarsi direttamente e esporre le proprie problematiche, dedicati ad Acea, Ama e all'istituzione di un job center. Il tutto “a costo zero” per l'amministrazione, ha tenuto a precisare il presidente del IV Municipio Cristiano Bonelli.

L'accordo preso con la Asl, che si è trasferita nell'ex sede municipale di via Monte Rocchetta e che ha pagato le spese per il trasloco, insieme al riciclo degli arredi ha consentito “di non spendere neanche un euro, se non quelli necessari per le utenze”. Un ruolo fondamentale nel risparmio del denaro pubblico, ha continuato Bonelli, l'hanno assunto “i privati che, ad esempio, hanno investito per gli arredi della sala matrimoniale, in cambio di un'adeguata visibilità”.

Dopo anni di abbandono il palazzo torna a nuova vita, trasformandosi, “non solo nella casa della politica ma anche e soprattutto nella casa del cittadino”. Perchè questo sembra essere l'obiettivo centrale della nuova struttura, “cercare un contatto diretto con il cittadino proprio laddove vengono prese decisioni che lo riguardano in prima persona, tramite l'istituzione di sportelli dentro il municipio, veri e propri front office a disposizione dei residenti” ha continuato Bonelli. Il tutto in linea con il “decentramento territoriale voluto dalla stessa amministrazione centrale”. Soddisfatto della nuova sede il sindaco Alemanno che si è congratulato col presidente “per la scelta di un edificio storico che simboleggia la riappropriazione territoriale e si fa sigillo di un'identità del luogo che è fondamentale promuovere”. Il primo cittadino sembra aver apprezzato molto la scelta di investire sul legame stretto con gli abitanti del municipio, che d'altronde, “è il passaggio successivo di istituire una “casa” che non sia solo un luogo dove si fa politica ma anche un luogo di interazione”.



Mentre Alemanno visita le sale del nuovo palazzo, piano per piano, fino alla torre con l'orologio, i manifestanti che lo aspettano sotto con un sit-in di protesta, si sentono tutt'altro che al centro degli interessi dell'amministrazione e lamentano piuttosto l'esatto opposto, "un totale disinteresse nei confronti di chi Montesacro lo vive ogni giorno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Viabilità: le strade chiuse per sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Omicidio Luca Sacchi, 5 misure cautelari. Nello zaino di Anastasia 70mila euro per 15 chili di droga

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

Torna su
RomaToday è in caricamento