MontesacroToday

Consiglio straordinario sulla rete Tpl: ecco le proposte dei cittadini

Tornare alla vecchia rete Tpl o aggiustare quella nuova? Sul punto è scontro fra Pd e Pdl in aula, intanto i cittadini presentano le loro proposte. Domani si vota

Rete Tpl in quarta, parte prima. Si è conclusa oggi la prima interminabile seduta consiliare per fare il punto della situazione, a più di un mese dalla sua entrata in vigore, sulla nuova rete di trasporto pubblico locale. Domani mattina il Consiglio del IV Municipio si riunirà nuovamente pr discutere gli emendamenti al testo presentato dal Gruppo Pdl, per poi passare alla votazione dell'atto che, se approvato, verrà trasmesso agli uffici competenti del Comune (Agenzia per la Mobilit, Dipartimento ed Atac), per valutarne la sua attuazione. 

Che l'attuale piano dei trasporti si sia rivelato fallimentare sotto alcuni aspetti è un'idea largamente condivisa da maggioranza e opposizione. Punto saliente della polemica, però, è un altro. Il Pdl municipale propone di "aggiustare" l'attuale rete, apportando alcune modifiche alle varie linee che possano risolvere i disagi. Posizione non condivisibile per il Pd, che chiede invece di ripristinare la vecchia rete Tpl, e mantenere solo poche linee di quella nuova, che consentano i collegamenti con i neonati quartieri.

Quel che è certo è che ai cittadini poco importa di una polemica squisitamente politica. L'obiettivo è limitare al minimo i disagi e migliorare i collegamenti. Dunque, come procedere? Quale delle due strade intraprendere? E, soprattutto, quanto la nuova metropolitana deve incidere sul riordino della rete dei trasporti? Probabilmente una risposta si avrà solamente a Settembre, quando, non appena rientrata a pieno regime la città, si potrà verificare la portata delle modifiche sulle singole linee che si voteranno domani in aula. Nel frattempo riportiamo di seguito ciascuna richiesta di intervento di singoli cittadini e comitati di quartiere, che hanno preso la parola uno ad uno in aula.

LE RICHIESTE DEI CITTADINI. Fermo restando l'imprescindibilità del ripristino di alcune linee Express, fra cui il 60 Express e il 90D, ecco alcune delle proposte dei cittadini.

LINEA 82: considerata inutile da molti cittadini del quadrante Sacco Pastore, che chiedono al contrario il ripristino delle vecchie linee 90 e 60 Express, nonchè dell'84. Il comitato Sacco Pastore ha inoltre fatto sapere di aver raccolto già 1800 firme a sostegno di queste richieste.

LINEE 334 E 302: entrambe molto critiche, perchè non far passare il 302 in via Bolognola e vicino al nuovo mercato?

LINEA 88: con le sue circa ventidue fermate, allunga notevolmente i tempi di percorrenza. Piuttosto, si dovrebbe pensare ad una linea che colleghi Colle Salario, Fidene e Serpentara alla nuova metro, con un minor numero di fermate che faciliti i collegamenti. 

LINEE 341, 38, 435, 80: fuori dal coro la voce dei cittadini di Casale Nei e Porta di Roma, che chiedono invece di mantenere queste nuove tratte e di non eliminarle, qualora la rete dei trasporti dovesse essere di nuovo modificata.

LINEA 335: una residente sostiene l'inutilità della fermata davanti alla ex casa di riposo di via Casal Boccone, chiedendo piuttosto un collegamento per i nuovi palazzi di quest'area.

LINEA 690: perchè non cambiarne il percorso, passando per viale Acqua Acetosa - Lungotevere Flaminio- Ponte Risorgimento- Viale Mazzini, fino ad arrivare a Piazzale Clodio?

LINEA 302: rispristinare il vecchio percorso, facendolo passare solo per la parte alta di Settebagni. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento