MontesacroToday

Accanto alla Riserva spunta una strada: Città Giardino contro lo "scempio" che ostacola il GRAB

L'ira di residenti, Comitato di Quartiere e associazioni: "Nessun beneficio per comunità"

Il via vai di camion, gli sbancamenti accanto alla Riserva Naturale Valle dell'Aniene e quella nuova strada spuntata dal nulla che preoccupa un intero quartiere. Città Giardino in subbuglio per i lavori in corso in una palazzina di via Cimone, un intervento dal quale è appunto "nata" una nuova via. 

Una nuova strada al confine con la Riserva

A mandare su tutte le furie alcuni degli abitanti di quella parte del Municipio III, spalleggiati dal Comitato di Quartiere e Insieme per l'Aniene onlus, non i lavori edili ma il totale sbancamento della viuzza verde che va dal fondo di via Favignana a Piazza Monte Gemma: un tratto sul quale passa la dorsale della sentieristica ciclo-pedonale della Riserva Naturale Valle dell’Aniene tra via Tiburtina e via Nomentana, inserita pure nel Grande Raccordo Anulare delle Biciclette. 

Una stradina proprio a ridosso del fiume di cui, da sempre, si sono occupati soltanto i volontari: pulizie straordinarie, piccoli lavori di manutenzione, migliorie e l'installazione di quegli interdittori all'accesso decisa per preservare quell'angolo di Riserva dallo sversamento selvaggio e abusivo dei rifiuti. 

Tutto un lontano ricordo. A Città Giardino, nonostante le segnalazioni dei residenti e le rimostranze del Comitato e della onlus a tutela della Riserva, c'è adesso una nuova strada: accesso carrabile alla palazzina rimessa a nuovo. 

I dubbi dei residenti di Città Giardino

Da qui la lettera dei residenti a Piazza Sempione per avere risposte su autorizzazioni, progetto e futuro di quella stradina che così realizzata, dicono da Città Giardino, "rischia di ostacolare il GRAB , il Grande Raccordo delle Biciclette". 

"Quale beneficio potranno trarne la città e la comunità locale dalla conversione di un’area verde in strada? Come è stato possibile rilasciare un permesso a costruire una nuova strada pubblica su un terreno soggetto a continue erosioni, che collegherà via Favignana a Via Monte Gemma, visto che sarà di servizio solo a questo cambio di destinazione d’uso ostacolando la realizzazione del GRAB – Grande Raccordo anulare biciclette?" - le domande emerse già in Commissione Trasparenza e rivolte anche al Municipio III per avere uno storico della vicenda e tentare di arrivare ad un epilogo che accontenti tutti. 

La nuova strada ostacola il GRAB

Mantenere salvaguardata l’area verde, "fino ad oggi unica Riserva Fluviale di Roma", la richiesta degli abitanti che hanno intrapreso la battaglia contro la via che corre lungo il parco. 

"Il Comitato di Quartiere Città Giardino, unitamente a i comitati che hanno partecipato (alla commissione trasparenza ndr.) e numerosi residenti, chiedono risposte certe e formali a tali interrogativi rilevando - dicono da Montesacro - un importante cambiamento dell’assetto di quella porzione di territorio e della sua fruibilità anche in termini di compatibilità con il GRAB, il grande raccordo anulare biciclette".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

Torna su
RomaToday è in caricamento