MontesacroToday

Un centro antiviolenza a Montesacro: sorgerà nei locali "liberati" dall'ex giunta grillina

Il servizio negli spazi di via Titano: pubblicato l'avviso per l’affidamento della gestione

Consulenza e sostegno alle donne sottoposte a violenza e ai loro figli: sono queste le finalità dei centri antiviolenza di Roma. 

Dopo quelli aperti nei municipi VI, VII e VIII il Comune ha pubblicato l’avviso per l’affidamento della gestione dei centri che sorgeranno in I e III: anche Montesacro dunque, a breve, potrà godere del suo centro antiviolenza. 

Centro antiviolenza a Montesacro

Il servizio sorgerà in via Titano, proprio accanto alla sede istituzionale di Piazza Sempione: in quel "polo dei diritti" che l'ex giunta grillina guidata da Roberta Capoccioni ha avviato negli spazi per anni occupati da soggetti privi di titolo. 

Quattro ampie sale completamente ristrutturate tornate a disposizione del quartiere dal febbraio scorso: spazi nei quali tutti potranno avvalersi, in modo gratuito, dello sportello di assistenza per le persone in difficoltà e per le vittime di violenza di genere, di una videoteca e della biblioteca. Grazie poi alla collaborazione con IKEA e UNICEF, in via Titano anche un 'area appositamente dedicata alle neo mamme con tutto il necessario per poter allattare e cambiare i propri neonati in un luogo riservato. 

Il polo dei diritti in via Titano

"Questi locali, che erano stati occupati da soggetti senza titolo e che abbiamo recuperato, ristrutturato e resi disponibili il 19 febbraio 2018, sono facilmente raggiungibili, sono privi di barriere architettoniche e sono dotati di entrata indipendente atta a garantire la riservatezza dell'utenza. Questo progetto è stato fortemente voluto e, grazie all’assessorato ed al Dipartimento Politiche Sociali, si riuscirà a breve a rendere operativo un servizio così importante anche in Terzo Municipio" - ha scritto soddisfatta dell'eredità lasciata l'ex minisindaca Cinque Stelle.

I locali di via Titano tornano al quartiere: saranno luogo "per i diritti"

I centri antiviolenza operativi h24

I Centri, aperti per almeno cinque giorni a settimana, garantiscono un numero telefonico attivo 24 ore su 24 e assicurano, attraverso un percorso personalizzato: ascolto, accoglienza, assistenza psicologica, assistenza legale, supporto a figli/e minori, orientamento al lavoro, orientamento all’autonomia abitativa. 

"L’avvio di tutti questi nuovi Centri esemplifica perfettamente la portata della nostra azione politica, modulata sempre sulla base di un unico denominatore: il rafforzamento complessivo dei diritti dal centro alle periferie, senza distinzione. Una visione tracciata in una direttiva che firmai proprio per impostare il lavoro e per individuare le linee guida su cui muoverci. Tutto ciò perché il tema necessita di una solida e oculata pianificazione, di un progetto complessivo che segni una discontinuità netta con un passato in cui troppo spesso la materia era affidata all’improvvisazione" - ha commentato la Sindaca Raggi annunciando i centri antiviolenza in I Municipio e in III. 

La prima cittadina sulla delicata tematica della discriminazione contro le donne ha poi promesso un approccio più ampio, "che non si limiti ad azioni indispensabili come supporto e presa in carico".

"Vogliamo creare le migliori condizioni affinché le donne vittime di violenza tornino alla normalità. Devono poter tornare a esercitare il diritto ad autodeterminarsi e a decidere in piena libertà - ha concluso Raggi - come sviluppare il proprio futuro". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Viabilità: le strade chiuse per sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Omicidio Luca Sacchi, 5 misure cautelari. Nello zaino di Anastasia 70mila euro per 15 chili di droga

  • Sciopero a Roma: lunedì a rischio tram, metro e bus. Gli orari

Torna su
RomaToday è in caricamento