MontesacroToday

Nuova rete Tpl, la richiesta unanime dell'utenza: "Ripristinare le linee express"

Anziani e stranieri i meno informati sulle nuove linee bus, pendolari arrabbiati: partita in quarta la nuova rete Tpl, il Municipio raccoglie le segnalazioni

Un po' spaesati, qualcuno molto arrabbiato. Questa la prima impressione data dai tantissimi cittadini che, chi più chi meno, da questa mattina hanno dovuto cambiare le piccole abitudini quotidiane per spostarsi all'interno della Capitale. A sembrare in maggiore difficoltà senza dubbio anziani e stranieri, non ben informati su tutte le novità nella rete dei trasporti. I più agguerriti? Certamente i pendolari provenienti dalle zone più periferiche, speranzosi che qualcuno si accorga al più presto del clamoroso errore commesso nell'aver eliminato alcune linee espresse.

Nel frattempo oggi in quarta c'erano anche le Istituzioni: l'assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma è partito questa mattina da Fidene a bordo della linea 235, il cui ripristino della vecchia tratta è stato fortemente chiesto e infine ottenuto dalla cittadinanza. In giro per Porta di Roma, Conca D'Oro, Talenti e altri quartieri, a distribuire materiale informativo e raccogliere segnalazioni, si sono visti anche il Presidente del IV Municipio Cristiano Bonelli e il Presidente della commissione Mobilità Giordana Petrella.

La nuova rete dei trasporti di superficie certamente andrà modificata ulteriormente, tenuto conto delle molte segnalazioni dei cittadini. E se, nella maggior parte dei casi, si tratta di migliorie e perfezionamenti, il problema si pone invece per alcune linee espresse, la cui soppressione ha creato, già da questa mattina, non pochi disagi.  E' il caso, ad esempio, della linea 60, che aumentando il numero di fermate perde la funzionalità di linea espressa (e quindi più veloce), ma soprattutto della linea 90D, la cui soppressione ha di fatto creato non pochi disagi proprio all'utenza del IV Municipio.

"Il 90D è una linea molto utile e apprezzata (e usata)", spiega il signor Gianni, "perchè serve bene coloro che devono andare verso il centro (porta pia, XX settembre) e non solo verso termini, perchè non percorre la nomentana prima di piazza sempione che è sempre intasata, ma percorre viale Adriatico e viale Carnaro (con la preferenziale) e poi si imbocca nel corridoio nomentano evitando l'intasamento di via nomentana a monte di piazza sempione. Con la sua soppressione i bus da talenti andranno tutti sulla nomentana. Inoltre non ha senso ripristinare tutte le fermate su via nomentana tra sempione e P.Pia per le linee espresse 80 e 90, anche queste molto apprezzate e usate. E' stata istituita la nuova linea 82 per questo motivo, allora perchè rallentare gli espressi penalizzando chi viene dai quartieri più esterni?".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Riapre il viadotto della Magliana dopo mesi di attesa e proteste. Raggi: "Ritardi colpa dell'impresa"

  • Politica

    Ama, cresce l'allarme conti: no delle banche a linee di credito. A rischio stipendi e servizi

  • Cronaca

    Tragedia a Colli Albani: precipita dal sesto piano, morto 40enne

  • Attualità

    Riapre l'ospedale San Pietro chiuso a novembre per un incendio. Ancora inagibile il Pronto soccorso

I più letti della settimana

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Strade chiuse e bus deviati: il 14 febbraio attesi 5000 gilet arancioni. In serata la Lazio in Europa League

  • Sanremo 2019, vince Mahmood. Ultimo sbotta in sala stampa

  • Il Treno della Neve: da Roma a Roccaraso in carrozze d'epoca

  • Roma, strade chiuse e bus deviati sabato 16 e domenica 17 febbraio: tutte le informazioni

  • La porta dell'autobus Atac si apre in corsa: passeggeri cadono in strada, un ferito

Torna su
RomaToday è in caricamento