MontesacroToday

Casali di Faonte, un polo museale per il Municipio III

Consegnate alla soprintendenza archeologica di Roma le strutture di Vigne Nuove. Marchionne: "Fuori i reperti dagli scantinati"

I Casali di Faonte, consegnati di recente alla soprintendenza archeologica di Roma, diverranno il polo museale del Municipio III. Ad annunciarlo tramite il blog personale, il Presidente del Roma Montesacro, Paolo Marchionne.

L’idea del minisindaco è quella di realizzare all’interno delle tre strutture di via delle Vigne Nuove un luogo dove conservare ed esporre i tanti reperti di Crustumerium e di Porta di Roma “perchè ognuno di noi possa conoscere la storia del nostro territorio” – ha sottolineato il numero uno di Piazza Sempione.

Un polo museale per il Terzo e la Città ma anche un laboratorio per il restauro, una biblioteca tematica e uno spazio polifunzionale nel progetto della Giunta capitanata dal Democratico: “Vogliamo far uscire i reperti dagli scantinati” – ha detto Marchionne assicurando che il Municipio sta seguendo  con grande attenzione anche la conclusione dei lavori delle aree verdi intorno ai casali, la piazza e il parco archeologico della Villa di Faonte, “dove – ha detto - stiamo per far ripartire i lavori”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Mi spiace assistere all'ennesimo esempio di incapacità giornalistica, che prima di scrivere, non verifica le fonti. Per tutte le altre incapacità nel merito, sono sotto gli occhi delle persone intelligenti.

  • Intanto l'iniziati potrà essere una buona idea....ma cosa ci metteranno dentro?, visto che hanno trovato poco materiale anche se la storia ci porta essere sicuri che la Villa e realmente quella di Faonte...oppure ce ne sono due?? visto che non e la Villa di Faonte ma....La Villa di Faone..... chi ha ideato il complesso residenziale, e chi ha dato il nome dello schiavo di Nerone, prima di farlo doveva leggersi un po' di Storia....un assoggio? ecco: Nerone dopo aver incendiato Roma si sentiva braccato.....scappo e il suo schiavo lo ospito nella sua modesta casa... che non era un villa, ma un casa di campagna.....LA STORIA E S EMPRE LA STORIA!!! L'IGNORANZA E SEMPRE IGNORANZA!!!

    • Intanto l'iniziativa potrà anche essere una buona idea....ma cosa ci metteranno dentro?, visto che hanno trovato poco materiale? anzi nulla di interessante se non le mura! anche se la storia ci porta essere sicuri che la Villa e realmente quella di Faonte...oppure ce ne sono due?? visto che non e la Villa di Faonte ma....La Villa di Faone..... chi ha ideato il complesso residenziale, e chi ha detto il nome dello schiavo di Nerone, prima di farlo doveva leggersi un po' di Storia....un assoggio? ecco: Nerone dopo aver incendiato Roma si senti braccato dal popolo Romano e per sfuggire alla loro ira scappò, chiese ospitalità al suo schiavo lui lo ospito nella sua modesta casa... che non era un villa, ma un casa di campagna.....LA STORIA E S EMPRE LA STORIA!!! L'IGNORANZA E SEMPRE IGNORANZA!!!

  • Alle iniziative buone come questa, bisogna innanzi tutto far si che non si possano effettuare impunemente quegli atti vandalici a cui storicamente abbiamo assistito. Noi con le nostre tasse rimediamo ed in ritardo, per poi tornare da capo...

Notizie di oggi

  • Attualità

    Riapre il viadotto della Magliana dopo mesi di attesa e proteste. Raggi: "Ritardi colpa dell'impresa"

  • Politica

    Ama, cresce l'allarme conti: no delle banche a linee di credito. A rischio stipendi e servizi

  • Cronaca

    Tragedia a Colli Albani: precipita dal sesto piano, morto 40enne

  • Attualità

    Riapre l'ospedale San Pietro chiuso a novembre per un incendio. Ancora inagibile il Pronto soccorso

I più letti della settimana

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Strade chiuse e bus deviati: il 14 febbraio attesi 5000 gilet arancioni. In serata la Lazio in Europa League

  • Sanremo 2019, vince Mahmood. Ultimo sbotta in sala stampa

  • Il Treno della Neve: da Roma a Roccaraso in carrozze d'epoca

  • Roma, strade chiuse e bus deviati sabato 16 e domenica 17 febbraio: tutte le informazioni

  • La porta dell'autobus Atac si apre in corsa: passeggeri cadono in strada, un ferito

Torna su
RomaToday è in caricamento