MontesacroToday

A Roma apre il Tempio dei Mormoni: è il primo in Italia

Guglie alte oltre 40 metri, sfarzo e rigore architettonico: taglio del nastro per il centro culturale e religioso dei mormoni i cui lavori sono iniziati nel 2010

foto Facebook: Marcello De Vito

Per quasi un decennio celato dietro gru e ponteggi, tanto avvolto dal mistero da destare la grande curiosità di quanti in transito sul Grande Raccordo Anulare, in zona Bufalotta, per lungo tempo si sono domandati cosa si nascondesse dietro quell'imponente cantiere avviato nel 2010. Oggi il Tempio dei Mormoni a Roma si è svelato in tutta la sua grandiosità, tra rigore architettonico e sfarzo. E' il complesso più grande d'Europa. 

Il Tempio dei Mormoni a Roma

Un centro culturale e religioso di circa 60mila metri quadri: capace di accogliere al suo interno una casa di riunione polifunzionale, un centro visitatori, un centro di storia familiare per la ricerca genealogica e alloggi per i visitatori. 

Al centro il primo tempio della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni in Italia: un edificio, realizzato su progetto di Hanno Luschin, di tre piani, grande quasi 4mila metri quadrati, rifinito con granito e vetrate artistiche. A svettare le due guglie alte rispettivamente 42 e 48 metri.  Costo, probabilmente altissimo, ma top secret. 

Il Tempio dei Mormoni a Roma servirà agli oltre 5mila fedeli della Capitale, punto di riferimento per i 26mila in tutta Italia. 

Roma saluta il Tempio dei Mormoni: "Città è culla dell'accoglienza"

"È un giorno di festa per tutti coloro i quali credono nella convivenza tra popoli e tra religioni, per chi crede che il dialogo sia lo strumento più potente per mantenere un clima pacifico tra comunità e culture diverse" - ha commentato il presidente dell'Assemblea Capitolina, Marcello De Vito, presente all'inaugurazione del Tempio dei Mormoni a Roma. 

Un gigantesco e prestigioso centro di culto che si aggiunge alla Grande Moschea inaugurata nel 1994 ai Parioli. 

"Il mio augurio è che la comunità dei Mormoni che vive a Roma e tutti i credenti che arriveranno nella Capitale nei prossimi mesi possano integrarsi completamente con la nostra città, affinchè le occasioni di incontro e di scambio possano diventare sempre più numerose e proficue, soprattutto in ambito sociale. Un impegno - ha proseguito De Vito - per la pace e per la convivenza serena è insito in ogni religione. E anche le istituzioni devono favorire la cultura dell'incontro, della solidarietà, del confronto e del dialogo. Momenti come quello di oggi sono una grande occasione di crescita per tutti, perchè rinnovano un pilastro fondamentale che e' il rispetto reciproco, quel rispetto che ci consente di concepire l'altro come una grande risorsa e di creare una comunità più coesa e positiva". 

“La Capitale è da sempre luogo di dialogo inter religioso: questo suo carattere di dialogo fra le religioni monoteiste è una grande ricchezza per una metropoli contemporanea che guarda al mondo e che, anche in futuro, deve essere capace di assolvere questo suo ruolo di presidio globale di dialogo fra religioni e culture diverse" - il commento del minisindaco del Municipio III, Giovanni Caudo

Visite al Tempio dei Mormoni di Roma

Un'opera spettacolare, nella periferia della Città Eterna, che nei prossimi mesi attirerà fedeli da tutto il mondo: oltre 57mila le presenze previste al Tempio dei Mormoni di Roma nei prossimi mesi. Il complesso sarà visitabile dal 28 gennaio fino al 16 febbraio, domeniche escluse. La dedicazione formale del tempio avverrà a metà marzo.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento