MontesacroToday

Strade "groviera" a Settebagni: riparano la buca ma asfaltano tombino

"Sparito" il chiusino davanti alla parrocchia

Il maltempo di domenica scorsa ha flagellato le strade di Settebagni, il quartiere del Municipio III che sorge sulla via Salaria il cui manto stradale non ha mai brillato per solidità e resistenza. Buche, dissesti e avvallamenti costringono da sempre i residenti allo slalom con i giorni seguenti alle piogge a registrare vere e proprie emergenze. 

Maltempo, le strade di Settebagni tra buche e voragini

Non è andata diversamente al risveglio dopo il temporale del week end appena passato con le strade di Settebagni ad apparire come "groviere", disseminate di veri e propri crateri. Tra tutti la grossa buca che si è aperta proprio sulle strisce pedonali che conducono alla parrocchia. 

Settebagni: asfaltano la buca ma coprono il tombino

Una spaccatura della via immediatamente segnalata al Municipio III che con solerzia ha ordinato l'intervento di riparazione. Velocità alla quale non si sono affiancate qualità e cura: la buca è infatti stata ricoperta con una "toppa" sotto la quale è finito anche il tombino esistente. A segnalare la "sparizione" del chiusino alcuni residenti. Da li il richiamo di Piazza Sempione alla ditta intervenuta con fretta e disattenzione: dovrà rifare meglio il lavoro e soprattutto liberare il tombino asfaltato.

Voragine tra Bufalotta e via di Settebagni

Molto meglio è andata invece per la voragine che si era aperta tra Bufalotta e via di Settebagni. I danni sono in via di riparazione a carico di ARETI con la conclusione dei lavori prevista per fine settimana. "Abbiamo provveduto a far richiamare la ditta che sta operando il ripristino dei lavori ancora coperti da garanzia" - ha tenuto a sottolineare l'assessora ai Lavori Pubblici del Municipio III, Annalisa Contini. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Al tempo stesso stiamo provvedendo a far ripulire e svuotare i tombini e le bocche di lupo dai detriti e le foglie che le acque meteoriche hanno trasportato, come da programma già prestabilito".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Tor Vergata muore un 35enne: non aveva patologie pregresse

Torna su
RomaToday è in caricamento