MontesacroToday

Una nuova scuola materna per Settebagni: intorno un muro antirumore alto 3 metri

L’opera a scomputo quasi completa, il Municipio III spinge per la presa in carico da parte del Comune: “Vogliamo aprirla a settembre”. La barriera per salvaguardare i bambini da via vai dei treni

Tre aule per 60 bambini. Settebagni sogna la sua nuova scuola dell’infanzia: una delle opere a scomputo dovute al quartiere per la realizzazione del complesso residenziale Horti della Marcigliana.

Una nuova materna per Settebagni

La struttura è quasi completa: giardino, aule, cucina e mensa. Spetterà a Roma Capitale prenderla in carico dopo il collaudo e iscriverla così a patrimonio pubblico. 

“Il nostro obiettivo è quello di averla per il prossimo settembre” – ha detto il presidente del Municipio III, Giovanni Caudo.

“Abbiamo lavorato intensamente un anno per spingere il privato a completare questa opera, ora inizia un’altra battaglia: quella con Roma Capitale perché la prenda in carico e ci dia gli insegnanti per aprirla. Non sarà facile perché, sembra tutto pronto e finito, ma gli adempimenti burocratici – ha sottolineato il minisindaco - sono lunghi”. 

Una scuola materna che a quella periferia farebbe molto comodo. “Nuova, moderna, accogliente e che risponde a tutti gli standard di sicurezza”. 

“Già pronto”, dicono da Piazza Sempione, il progetto per far sorgere accanto anche un asilo nido “per realizzare l’integrazione 0-6”. 

Intorno alla scuola di Settebagni un muro alto 3 metri

Intorno alla futura nuova materna di Settebagni un muro di cinta alto tre metri: è la barriera antirumore necessaria a salvaguardare i bambini di quella scuola dal frastuono dei treni, più di 200 al giorno, che transitano sulle rotaie che corrono tra la borgata e la via Salaria. Alta velocità e treni merci in continuo movimento. 

"Non è qualcosa tirato su a cuor leggero, ma è un male necessario per tutelare i bambini: sarebbe stato sicuramente meglio se Ferrovie avesse abbattuto i decibel alla fonte e non è escluso, sebbene sia una tematica annosa  e diffusa in tutta Italia, che ciò non possa accadere in futuro. Quando e se sarà saremo felici di abbattere quel muro ma ad oggi, senza, non si può aprire la scuola” – aveva spiegato l’assessore all’attuazione Urbanistica del Municipio III, Stefano Sampaolo, proprio a RomaToday. 

Una parete tondeggiante, ad oggi grigia, che prima che la scuola materna accolga i piccoli alunni dovrà essere resa un po’ meno impattante e brutta. 

La parte esterna sarà rivestita principalmente in tufo, mentre all'interno verrà realizzata un'opera di street art che consenta a chi è dentro di poter avere un panorama decente e colorato. 

Il Municipio III: “Apriamo una scuola in periferia”

Ma l’obiettivo è uno solo: aprire una scuola in periferia. “Vogliamo vincere la battaglia con la burocrazia per festeggiare insieme agli abitanti di Settebagni che – ha detto Caudo – non sono cittadini di serie B. Una scuola in periferia non si apre tutti i giorni”. 

Muro scuola materna-2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • 8 dicembre, festa per l'Immacolata e Spelacchio a piazza Venezia: strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero a Roma: domani a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

Torna su
RomaToday è in caricamento