MontesacroToday

Alla Marcigliana discariche a cielo aperto e prostitute: "Si a chiusura strada"

Appoggio alla proposta del Coordinamento Rete Ecologica Montesacro da parte dell'ex minisindaco Marchionne: "Sperimentazione chiusura fu incoraggiante"

Divani abbandonati ai lati della strada insieme a calcinacci, buste, bottiglie, taniche e vecchi mobili. Non mancano poi copertoni, sacchi di immondizia varia ed elettrodomestici, così come materassi cartoni e polistirolo. Soffoca ancora nel degrado la Riserva Naturale della Marcigliana le cui strade interne - via della Marcigliana e via della Cesarina - sono da anni vere e proprie discariche a cielo aperto. 

Condizioni mai risolte nonostante i tentativi dei volontari con pulizie straordinarie e delle amministrazioni volenterose di porre qualche deterrente per scoraggiare incivili e trasgressori. 

Sulla questione, di recente, il rinnovo dell'appello da parte del Coordinamento Rete Ecologica Montesacro per chiedere la chiusura al traffico di via della Marcigliana, dalla Centrale Terna a via Salaria, ai veicolo motorizzati, eccetto residenti e attività produttive in loco, per realizzare un primo significativo tratto di pista ciclopedonale all’interno alla Riserva Naturale della Marcigliana.

"Un primo importante passo verso la tutela, la promozione e la valorizzazione del territorio della Riserva, nella logica del potenziamento delle risorse ambientali, storiche ed economiche peculiari della stessa, come proposto nel progetto Marcigliana in rete elaborato dal Coordinamento" - hanno fatto notare, sottolineando la bontà della loro idea, le realtà ecologiste del territorio.  

E a sostenere la proposta, già avanzata dalla Rete durante la sua consiliatura, anche l'ex minisindaco Paolo Marchionne: "Dalla  Riserva Naturale della Marcigliana e da via della Marcigliana arrivano foto desolanti. Una discarica a cielo aperto. Stessa storia a via della Cesarina e via di Settebagni" - ha scritto il capogruppo del Pd annunciando il suo sostegno all'idea del Coordinamento. 

"Sosterrò la proposta del coordinamento della Rete Ecologica Montesacro per chiudere al traffico veicolare via della Marcigliana ad eccezione di residenti e lavoratori, per impedire la discarica abusiva e la prostituzione in strada. La sperimentammo per un periodo di tempo, nostro malgrado, ma il risultato - ricorda Marchionne in un post su Facebook - fu incoraggiante, a parte che segarono le barriere all'accesso di via Salaria". 

Dunque la proposta della chiusura al traffico con l'idea di una ciclabile per scongiurare degrado e illegalità trova un primo pubblico "endorsement" all'interno del Consiglio di Piazza Sempione: e chissà se quanto proposto dal Coordinamento Rete Ecologica Montesacro, oltre agli apprezzamenti, si avvarrà pure di riscontro pratico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il monopolio di slot machine e scommesse del Re di Roma Nord, smantellato sodalizio dell'ex Banda della Magliana: 38 arresti

  • Il Romanzo Criminale di Primavalle: le confessioni di Abbatino e "Accattone" risolvono 4 omicidi

  • Salvatore Nicitra, il boss con la pensione d'invalidità: così l'ex della Banda della Magliana è diventato il re di Roma Nord

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Amazon a Colleferro, ora è ufficiale. 500 posti di lavoro: ecco come candidarsi

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

Torna su
RomaToday è in caricamento