MontesacroToday

Porta di Roma, la scabbia allarma i genitori: tre casi a scuola

Gli episodi nel plesso Simoncelli di via Vittorio Mezzogiorno. Avviate tutte le procedure necessarie per arginare la problematica: prevenzione e pulizia ambienti. Bartolomeo-Petrella: "Nessun allarmismo ma occorreva più informazione"

Scabbia a scuola. I casi, tre quelli accertati fino ad oggi dalla Asl, alla Simoncelli di Porta di Roma. Tutto ha inizio circa un mese e mezzo fa con il primo bambino a presentare i sintomi: intenso prurito e cunicoli cutanei. Da li l'attenzione delle maestre e dei genitori con altri due alunni nei quali è stata riscontrata la patologia provocata dall'acaro sarcoptes scabiei e spesso trasmessa attraverso il contatto interumano o con oggetti "infestati". 

Immediato l'intervento della Asl che ha indicato le linee guida per la prevenzione invitando i genitori a monitorare lo stato cutaneo dei loro figli e avviare la profilassi necessaria. Per la scuola invece ribadita la necessità di un'accurata pulizia degli ambienti con particolare attenzione ai locali, come palestra o sala riunione del pre-scuola, frequentati da varie classi di bambini. 

"Nessun allarmismo" - tengono a sottolineare i consiglieri del Municipio III, Manuel Bartolomeo e Giordana Petrella rendendo nota la vicenda. "Appare solo assurdo - hanno detto a RomaToday - che ieri all'inaugurazione della nuova mensa scolastica le istituzioni di questo territorio non abbiano sentito il dovere di tranquillizzare o semplicemente informare genitori e personale su quanto si sta facendo per arginare la problematica preoccupandosi solo, vista anche la presenza dell'ex Assessore Sernaglia, di fare marchette politiche". 

Polemiche a parte la scuola, con la piena disponibilità delle famiglie, sembra aver risposto bene alle esigenze dei propri alunni attivando tutte le procedure necessarie per far rientrare il caso e attenuare la preoccupazione di genitori e personale: controllo su pelle e segnalazione su eventuali sintomi, pulizia approfondita di aule e locali affinchè le papule non si diffondano, con effetto ping pong, da un bambino all'altro. Per i casi accertati invece terapia mirata prescritta dallo specialista. 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • "Aperti per ferie", l'estate del Mercato Contadino Castelli Romani

I più letti della settimana

  • La figlia non risponde al telefono da due giorni, chiamano i carabinieri e la trovano morta

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Autobus in fiamme a piazza Cantù. I testimoni "Abbiamo sentito due esplosioni"

Torna su
RomaToday è in caricamento